25 gennaio 2017 - 12.39

ALTAVILLA V. – Prove pratiche di sicurezza dell’informazione al Cuoa

PER ESSERE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CRONACA DI VICENZA ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA

Sicurezza dell’informazione, indagini e testimonianze per governare le crisi: al CUOA le esperienze di due organizzazioni specializzate per trarre metodologia di prevenzione e risoluzione delle crisi.

Domani, 26 gennaio, la lezione dell’Executive Master in Crisis & Change Management. Il corso, fiore all’occhiello del CUOA – alla sua seconda edizione, avrà un inedito tandem di docenza: Enea Nepentini di Consilium e Luciano Ponzi della omonima impresa di investigazioni.
La necessità di inserire esperienze di questa natura, nello sviluppo qualitativo del master CUOA dedicato alla gestione del cambiamento e delle situazioni ad elevata complessità organizzativa, deriva dalla assoluta contiguità e complessità sia nel prevenire e gestire le crisi aziendali sia nel progettare e realizzare interventi, tenendo sempre alto il livello di sicurezza e controllo dell’impresa. La composizione dei partecipanti al master è di assoluta qualità e vede coinvolti manager d’impresa e professionisti di studi legali.
Del resto, sono in assoluta deflagrazione tutte le problematiche di sicurezza dell’informazione e dei sistemi informatici, gli attacchi sono quotidiani e colpiscono ovunque, in qualsiasi settore. È sempre più difficile far fronte alla complessità, in un’era di “big data”, sapere come costruire quadri informativi decisionali precisi è strategico, anche per non generare situazioni che possono potenzialmente sfociare in errori e circostanze dannose.
Sottrazione o uso improprio di dati, affollamento delle informazioni, attacchi fraudolenti, cattive abitudini o semplicemente superficialità e altro ancora saranno così analizzati attraverso casi reali. L’obiettivo è trarre insegnamento concreto, soprattutto volto alla prevenzione.
Non mancherà poi il quadro generale costituito dalle basi: dalla comunicazione ai media, analisi degli scenari complessi, task force per la rete e il web ed effetti “virali” presenti in rete. Nell’ambito delle indagini si tratteranno, attraverso casi reali, i temi connessi ai nuovi rischi e alle insidie nelle imprese, in ultimo, ma non meno importante, sarà trattata la possibile metodologia del dopo crisi e con il ripristino della normalità operativa, del posizionamento e della reputazione.
I vertici delle due organizzazioni chiamate ad esporre esperienze e metodologie sono Consilium Comunicazione, nata come agenzia attiva sulla comunicazione complessa, attualmente in grado di vantare competenze sull’information attraverso diverse progettualità e due memorandum: NATO ed Esercito Italiano.
La struttura di Luciano Ponzi è alla terza generazione di investigatori, con una specializzazione innovativa sulla sicurezza nelle imprese, oltre a serietà e qualità, ha sviluppato particolari esperienze nella fedeltà del personale, nell’uso di strumenti digitali e tecnologie. I casi di cui si occupa sono sovente quelli di attualità riportati dai media.

PER ESSERE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CRONACA DI VICENZA ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA

Potrebbe interessarti anche: