28 Luglio 2022 - 12.30

Siccità, Coldiretti: “Perdita del 25% per la sola produzione vegetale” 

E’ di circa il 25% la stima di Coldiretti per il Veneto di perdita della sola produzione vegetale a causa della siccità. La regione è nella morsa del caldo con alternate avversità atmosferiche che fanno aumentare i danni e le perdite per l’agricoltura regionale.

Il calcolo che non tiene conto dei fortunali che si sono succeduti negli ultimi giorni.

Dal formaggio Imbriago al Bastardo del Grappa, dalla Sopressa al Sangue Morlacco, antico liquore citato da Gabriele D’Annunzio, ed ancora le Giuggiole dei Colli Euganei oltre ad una varietà di miele di nicchia come quello di Barena, il Kodinzon la tipica barretta energetica delle Dolomiti ed il riso di Grumolo delle Abbadesse e tanti altri per un totale di 387 prodotti che esprimono la biodiversità veneta portando la nostra regione nella top five della classifica nazionale che conta 5450 tesori del Made in Italy.

Tutti messi a rischio, secondo Coldiretti, dalla siccità che sta colpendo le produzioni agroalimentari da nord a sud del Paese prosciugando un bacino strategico di ricchezza enogastronomica che è anche fra i principali motori del turismo nazionale ed estero in Italia. I dati emergono dal nuovo censimento 2022 presentato dalla Coldiretti delle specialità ottenute secondo regole tradizionali protratte nel tempo per almeno 25 anni, presentata in occasione dell’Assemblea nazionale della principale organizzazione d’Italia e d’Europa.

CAPITALE CULTURA
AIM AGSM AIM ENERGIA SPOT
AIM AMBIENTE N VERDE
RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA

Potrebbe interessarti anche:

CAPITALE CULTURA
AIM AGSM AIM ENERGIA SPOT
AIM AMBIENTE N VERDE
RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA