22 Settembre 2022 - 12.23

In posta a Vicenza si parla la lingua dei segni

“Qui trovi Antonella”. Questo avviso accoglie i clienti che entrano nell’ufficio postale di via Beroaldi. Antonella Manfrin lavora nell’ufficio postale in zona Ferrovieri a Vicenza ed è protagonista di una bella storia di accoglienza ed inclusione, perché conosce la lingua dei segni ed è quindi in grado di dialogare con le persone non udenti durante il suo lavoro.

Con questa sua competenza, Antonella Manfrin dal 2017 aiuta le persone sordomute ad effettuare le operazioni postali: “In questi anni il servizio ha dimostrato tutta la sua rilevanza – sottolinea – perché, per le persone non udenti, avere qualcuno che in ufficio sia a loro disposizione e in grado di comprenderli rappresenta un aiuto decisivo. Anche per le operazioni più semplici, come il pagamento di un bollettino o di un bonifico, oppure la ricarica di una sim o di una Postepay”.

“Ho iniziato da autodidatta, racconta Antonella. In gita scolastica, a circa dieci anni, mi portarono in un istituto che all’epoca era una scuola speciale e ospitava ragazzi sordi. Ne rimasi folgorata. Poi sono andata a lavorare alle Poste, nell’ufficio protocollo, dove c’era una collega sorda che usava la Lis. Lavorando insieme, ha avuto la pazienza di insegnarmi”.

“È una lingua bellissima, di una poesia eccezionale, spiega; a volte con i segni trasmetti molto più della parola. Anche le sensazioni, il tuo stato d’animo. E poi non puoi mentire: il sordo legge la parola, anche il labiale, ma soprattutto le espressioni facciali, che non sempre si riescono a tenere sotto controllo”.

I clienti non udenti certamente apprezzano il servizio. “Ringrazio Poste Italiane per questo servizio”, spiega Luca Sinico presidente dell’Ente Nazionale Sordi della provincia di Vicenza. Sono onorato di far conoscere la lingua dei segni attraverso Poste, ed è molto importante che tutto il mondo dei servizi dia spazio ad iniziative come questa”.

Spiega Eraclio Serino, direttore della filiale di Vicenza di Poste Italiane: “stiamo portando avanti questo progetto con entusiasmo, anche perché Poste Italiane, secondo le sue linee di sviluppo del business, ha sempre agevolato questo tipo di strategie volte alla piena inclusione sociale”.

In occasione della Giornata Internazionale delle Lingue dei Segni, il 23 settembre, Poste Italiane ha organizzato un webinar gratuito dal titolo “Cittadini digitali”, sottotitolato e tradotto in LIS.

Il relatore Nicola Sotira, responsabile del Computer Emergency Response Team (CERT) di Poste Italiane, illustrerà gli elementi essenziali a cui prestare attenzione nel navigare in rete e fornirà qualche spunto per incrementare la nostra consapevolezza digitale.

Nell’autunno dello scorso anno è stato avviato il percorso di webinar tradotti in LIS, con sessioni base che introducono alle innovazioni tecnologiche e digitali in atto, realizzando un giro d’Italia virtuale che ad oggi ha già coinvolto quasi tutto il territorio nazionale.

Il percorso webinar si va ad affiancare ai contenuti multimediali disponibili sul sito, realizzati per incontrare le diverse esigenze degli utenti in termini di accessibilità e modalità comunicative. Sono stati infatti realizzati strumenti con caratteristiche prevalentemente visuali come infografiche e videopillole, narrative come i podcast o ludico-educative come nel caso dei giochi interattivi.

L’iscrizione al webinar, che si terrà alle ore 11, è aperta a tutti i cittadini che potranno aderire attraverso il link: https://posteventi.com/edudigit/invia?s=C&id=370

e partecipare da PC, tablet o smartphone seguendo alcune semplici istruzioni che saranno inviate dopo l’iscrizione.

Anche questa nuova iniziativa di Educazione Digitale si muove nel segno della tradizionale attenzione di Poste Italiane alle esigenze dei cittadini e in coerenza con la sua storica vocazione di

azienda socialmente responsabile che aderisce ai principi internazionali ESG, promossi dall’Organizzazione delle Nazioni Unite. 

CAPITALE CULTURA
AIM AGSM AIM ENERGIA SPOT
AIM AMBIENTE N VERDE
RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA

Potrebbe interessarti anche:

CAPITALE CULTURA
AIM AGSM AIM ENERGIA SPOT
AIM AMBIENTE N VERDE
RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA