21 Luglio 2021 - 10.47

Truffarono anziana per 60 mila euro, scoperta banda di malviventi

Per restare aggiornati sulle notizie di Schio e dell'Alto Vicentino iscriviti alla pagina SCHIO – THIENE – BASSA-NO - ALTO VICENTINO NEWS

Lo scorso 24 novembre, secondo quanto riportato dal Giornale di Vicenza, una banda di malviventi ha intascato 60 mila euro in contanti, sottratti con una truffa ad una pensionata di 85 anni residente a San Giuseppe di Cassola. La sezione anticrimine di Bassano è riuscita a incastrare e denunciare l’autore del raggiro: G.M., 37 anni, con precedenti, che sarebbe parte di un’organizzazione molto più strutturata con sede, probabilmente, in Campania.

La tecnica utilizzata è nota: facendo credere che il figlio fosse rimasto coinvolto in un incidente stradale, un sedicente avvocato (in realtà, il capo della banda, che chiamava dal Napoletano) avrebbe contattato la pensionata, invitandola a versare immediatamente la cifra per pagare un’improbabile cauzione e coprire le spese legali. La signora, preoccupata per la sorte del figlio, ha quindi raccolto tutti i suoi averi per poi darli a G.M., presentatosi per il ritiro e spacciatosi come “Alessandro”, che avrebbe poi convinto che il denaro serviva solo come garanzia ma che le sarebbe stato restituito.

La donna poi ha quindi contattato il figlio, in teoria in carcere, ma pochi secondi sono bastati alla donna per capire che era stata truffata. I poliziotti quindi, risaliti a G.M., si sono messi alla caccia della banda, controllando tabulati, celle telefoniche e migliaia di dati. La banda potrebbe aver commesso una ventina di truffe simili in tutto il Nordest.

Per restare aggiornati sulle notizie di Schio e dell'Alto Vicentino iscriviti alla pagina SCHIO – THIENE – BASSA-NO - ALTO VICENTINO NEWS
RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA

Potrebbe interessarti anche:

RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA