21 Settembre 2021 - 16.49

Giovedì l’ultimo saluto ad Alessandra Zorzin

Il Comune di Montecchio Maggiore si sta attivando in queste ore per garantire la sicurezza dei partecipanti durante lo svolgimento del funerale di Alessandra Zorzin, che verrà celebrato giovedì 23 settembre nel Duomo di Santa Maria e San Vitale. Il sindaco Gianfranco Trapula invita la cittadinanza ad osservare un minuto di silenzio giovedì 23 settembre alle 10.30, orario di inizio delle esequie.

Giovedì 23 settembre non si potrà parcheggiare in piazza Marconi, che verrà chiusa dalle 8:30 e fino al termine del funerale. Oltre agli agenti della Polizia locale dei Castelli, per assicurare che la cerimonia si svolga in forma ordinata, secondo la disciplina per il contrasto alla diffusione del Covid, saranno impegnati i volontari della Protezione Civile montecchiana e di vigilanza scolastica, che agevoleranno il rispetto del distanziamento interpersonale e l’utilizzo di protezioni individuali. In considerazione del fatto che gli ingressi in chiesa sono contingentati, saranno installati degli altoparlanti per dare la possibilità anche alle persone che resteranno all’aperto di assistere all’ultimo saluto alla giovane.

In questa triste occasione per tutta la comunità di Montecchio Maggiore il sindaco Gianfranco Trapula si è reso disponibile a fare da tramite per far conoscere i desideri dei familiari di Alessandra Zorzin. Si chiede di evitare applausi prima, durante o dopo la cerimonia, di non esporre cartelloni o manifesti. “Confidiamo che l’addio ad Alessandra – spiega il primo cittadino – sia disciplinato e discreto nel rispetto del dolore dei familiari ai quali siamo tutti vicini con profonda commozione e sincera vicinanza”.

Al termine del funerale, all’uscita della bara, ci sarà un momento di commemorazione e raccoglimento dedicato al ricordo della giovane mamma sul sagrato del Duomo. “Niente violenza ma fiori, – spiega il sindaco Trapula – i familiari chiedono di partecipare con un fiore raccolto dal proprio giardino in mano. Questi fiori, una volta benedetti, saranno portati a casa da ciascuno di noi e donati alle persone che più amiamo, un gesto per diffondere amore in ricordo di Alessandra”. Nell’osservanza del lutto cittadino dichiarato dopo il femminicidio avvenuto mercoledì scorso nella frazione di Valdimolino le bandiere esposte in Municipio resteranno a mezz’asta, mentre si ricorda l’invito a tutti i negozi e ai locali del territorio ad abbassare le saracinesche delle proprie attività durante l’addio alla concittadina.

RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA

Potrebbe interessarti anche:

RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA