19 Giugno 2021 - 12.35

Bassano, picchiava la moglie da almeno 20 anni: arrestato 41enne

Per restare aggiornati sulle notizie di Schio e dell'Alto Vicentino iscriviti alla pagina SCHIO – THIENE – BASSA-NO - ALTO VICENTINO NEWS

Ieri in tarda serata, i carabinieri di Bassano hanno arrestato in flagranza un uomo, classe 1980, reo di maltrattamenti in famiglia, con lesioni personali aggravate perché commesse su persona convivente, oltre che minaccia aggravata.

Il tutto ha avuto inizio alle 12.30 di ieri, quando una donna, scossa e in lacrime, ha chiamato il 112 per chiedere aiuto dopo aver subito violenza fisica e psicologica da parte del marito. I militari, giunti sul posto indicato dalla parte offesa, hanno trovato la vittima, una 37enne, con evidenti segni di violenza sul corpo. Dopo averla rassicurata, grazie all’intervento del personale sanitario, la vittima ha raccontato di essere stata picchiata, per l’ennesima volta, da suo marito, non solo con calci e pugni ma anche con corpi contundenti. La donna ha poi riferito che le violenze vanno avanti da almeno 20 anni e che, recentemente, anche i figli, minorenni, hanno assistito a quanto successo.

Le indagini conseguenti hanno permesso di appurare la veridicità delle dichiarazioni della donna, che nel frattempo è stata medicata in pronto soccorso e successivamente dimessa con ecchimosi, ematomi e lesioni su gran parte del corpo. La vittima è stata quindi indirizzata al Centro Antiviolenza per ricevere supporto.

Le testimonianze acquisite dai carabinieri hanno permesso di ricostruire un lungo periodo di vita della donna, che in questi vent’anni è stata vessata, umiliata e picchiata ripetutamente, senza che mai sporgesse denuncia per paura ma soprattutto nella speranza di un cambiamento del coniuge. Tuttavia, l’escalation delle violenze da parte del marito, diventate ormai quotidiane, ha convinto la donna a rivolgersi ai militari. Le indagini, coordinate dal magistrato di turno, Angelo Parisi, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Vicenza, sono state difficili, ma hanno messo in luce un quadro molto chiaro della situazione ai danni della vittima.

Il marito, una volta rintracciato, è stato condotto in caserma e dichiarato in stato di arresto, prima di essere trasferito al carcere di Vicenza.

Per restare aggiornati sulle notizie di Schio e dell'Alto Vicentino iscriviti alla pagina SCHIO – THIENE – BASSA-NO - ALTO VICENTINO NEWS
RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA

Potrebbe interessarti anche:

RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA