21 Gennaio 2022 - 8.35

Addio sprechi in cucina: sei ricette con gli scarti di frutta e verdura

Per essere aggiornato sulle notizie del Veneto iscriviti al gruppo Facebook: VENETO NOTIZIE Per essere aggiornato con Tviweb entra nel GRUPPO FACEBOOK TVIWEB - NOTIZIE VICENZA E PROVINCIA (Clicca qui)

Secondo il Food Waste Index Report 2021, il rapporto stilato dal Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente insieme a WRAP, organizzazione che si occupa di spreco alimentare ed economia circolare, ogni anno vengono buttati in media 121 kg di cibo pro capite. Il problema degli sprechi alimentari è quanto mai attuale se si pensa che circa il 17% di quanto viene coltivato e venduto viene buttato. Perché non cominciare quindi ad evitare gli sprechi in cucina? Bucce, foglie e avanzi: anche gli scarti possono trasformarsi in una preziosa risorsa. Dai burger alle zuppe, dal dado vegetale fatto in casa alle marmellate, senza dimenticare salse, paté e vellutate. Il vantaggio è duplice in cucina: si eliminano gli sprechi per dare vita a ricette sorprendenti. Andiamo a scoprire sei ricette per valorizzare gli scarti di frutta e verdura!

Il brodo vegetale con gli scarti
Bucce ed estremità di zucchine e di carote, bucce di patate, foglie esterne di cipolla, gambi esterni di sedano, picciuoli di peperone, picciuoli di salvia e basilico, tronco e foglie esterne di broccoli, tronco e foglie esterne di cavolfiore, gambi di funghi. E ancora, steli di prezzemolo, buccia e semi di zucca, gambi e barba di finocchi, gambi e foglie di carciofi, foglie di ravanello, buccia di cetrioli, buccia di pomodori. Quante parti degli ortaggi acquistati buttiamo senza una ragione? È possibile collezionare tutti gli scarti e riporli nel freezer per dare vita, all’occorrenza, ad un buonissimo brodo vegetale fatto in casa. Scegliete gli scarti a disposizione, riponeteli nella pentola insieme a 1,5 litri d’acqua e salate a sufficienza. Fate bollire a fuoco medio per almeno mezz’ora. Versate il brodo vegetale filtrando gli scarti con un passino. Se volete potete frullare gli scarti del brodo appena fatto, facendo attenzione ad eliminare le bucce delle cipolle, i semi di zucca e le teste delle carote dure, e congelarli in monoporzioni da usare come dado vegetale per le prossime volte.

Bucce d’arancia candite: quando lo scarto diventa dolce
Tra le ricette antispreco non possono mancare quelle più dolci. Gli ingredienti per preparare le bucce d’arancia candite sono pochi e piuttosto economici: vi basterà avere 450 g di scorze d’arance biologiche, 300 g di zucchero e 450 ml d’acqua. Lavate le bucce delle arance e lasciatele a bagno per una notte. Dopo averle scolate, asciugatele e tagliatele a listarelle. Versate l’acqua e lo zucchero in un pentolino. Una volta che lo zucchero sarà sciolto aggiungete le bucce. Mescolate e fate cuocere fino a quando le bucce non avranno assorbito tutto il liquido e lo zucchero comincerà ad asciugarsi. Versate il composto in una teglia, lasciate asciugare e riponete le vostre buonissime bucce d’arancia candite in un barattolo con chiusura ermetica. Utilizzatele per decorare dessert, crostate e panettoni.

Come riciclare le parti di scarto del carciofo: lo sformato di carciofi
Ecco una ricetta golosa per recuperare le parti dure e le punte spinose del carciofo che solitamente gettiamo nella spazzatura. Per preparare lo sformato di carciofi avrete bisogno di: parti dure e punte di sei carciofi (ovvero la parte con spine), una cipolla, uno spicchio d’aglio, tre uova, un po’ di formaggio grana, altro formaggio o salumi avanzati, olio d’oliva, sale quanto basta. Iniziamo immergendo la parte dura dei carciofi in un contenitore pieno d’acqua. Fate riposare per qualche ora poi scolate e lasciate asciugare. A questo punto tagliate la parte dura dei carciofi a fettine sottili, ricordandovi di scartare le spine. Fate cuocere in padella con lo spicchio d’aglio per circa 10 minuti, fino a che non si ammorbidisce. Riponete in una ciotola e aggiungete poi la cipolla tritata, le uova sbattute e il formaggio o i salumi tagliati a dadini. Salate e versate il composto in una teglia da forno. Cospargete con formaggio grana e infornate a 180° per 30 minuti.

Tempo di frittelle con le bucce di mele biologiche
Il carnevale si avvicina, perché non preparare delle frittelle di bucce di mela? Per questa fantastica ricetta antispreco vi serviranno le bucce di quattro mele biologiche, 250 g di farina, 250 ml di acqua minerale gassata, sale quanto basta e olio per friggere. Lavate e sbucciate le mele cercando di creare delle strisce abbastanza lunghe da conservare in frigo. Versate la farina in una ciotola, aggiungete un pizzico di sale e poi versate gradualmente l’acqua minerale gassata. Mescolate finché otterrete un composto fluido ed omogeneo. Mettete a riposo la pastella per mezz’ora. Immergete poi le bucce nella pastella e poi fatele friggere nell’olio bollente finché non risulteranno dorate.

Cavolfiore: zuppa di scarti
Ideale per il pranzo o la cena, la zuppa fatta con gli scarti del cavolfiore è un primo piatto nutriente e molto saporito. Lavate foglie, torsolo interno e gambi del cavolfiore e tagliateli in piccoli pezzi. Soffriggete in una pentola una cipolla tagliata a pezzettini con olio d’oliva. Aggiungete quindi gli scarti del cavolfiore e un po’ di dado vegetale. Mescolate gli ingredienti e ricoprite completamente d’acqua. Una volta cotta, potete servire la zuppa con crostini di pane.

Involtini con foglie di porro e speck o mozzarella
Prendete le foglie esterne del porro e lavatele bene. Sbollentatele per qualche minuto in acqua salata e poi lasciatele asciugare in un canovaccio. Riponete una fettina di speck, o della mozzarella, sopra ogni foglia e poi arrotolate, fissando l’involtino con degli stuzzicadenti. Immergetelo in una pastella preparata precedentemente con farina e acqua frizzante. Friggete gli involtini in una padella con olio bollente e poi scolate. Fate assorbire l’olio in eccesso riponendo gli involtini su della carta forno.

Per essere aggiornato sulle notizie del Veneto iscriviti al gruppo Facebook: VENETO NOTIZIE Per essere aggiornato con Tviweb entra nel GRUPPO FACEBOOK TVIWEB - NOTIZIE VICENZA E PROVINCIA (Clicca qui)
VICENZA JAZZ
CAPITALE CULTURA
AIM AGSM AIM ENERGIA SPOT
AIM AMBIENTE N VERDE
RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA

Potrebbe interessarti anche:

VICENZA JAZZ
CAPITALE CULTURA
AIM AGSM AIM ENERGIA SPOT
AIM AMBIENTE N VERDE
RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA