30 Novembre 2021 - 17.03

Mascherine anche all’aperto: Vicenza si allinea ma mancano altre città venete all’appello

Che si stia andando verso una stretta delle disposizioni anti Covid è ormai evidente.
Il Governo ha dato il via libera dal 6 dicembre al Super Green Pass, che impone ulteriori limitazioni per chi, finora, ha volontariamente evitato di farsi vaccinare.
In questi giorni, visto l’esplosione di nuove infezioni, ci sono Sindaci che hanno deciso di imporre ai propri cittadini in particolare l’obbligo di portare la mascherina anche all’aperto.
Per limitarci al nostro Veneto, il primo cittadino di Padova Sergio Giordani ha già imposto i dispositivi di protezione individuale all’interno del centro storico della sua città, seguito a ruota del collega di Verona Federico Sboarina, che ha deciso invece per l’obbligo di mascherina per tutto il territorio comunale, a partire dal 4 dicembre.
Credo sia giusto dire che, in realtà, queste ordinanze dei Sindaci servono solo a rendere più forte una disposizione a suo tempo emanata dal Governo, e mai decaduta in caso di assembramenti. Tanto è vero che sono tante le persone che non hanno mai smesso di indossare la mascherina all’aperto.
A questo punto credo che al cittadino comune venga spontaneo chiedersi: ma perchè a Padova e Verona sì, e nelle altre città venete no?
Francesco Rucco, sindaco di Vicenza ci ha pensato. E si è adeguato sino a fine anno.
E la stessa domanda si potrebbe porla anche ai Sindaci di Treviso, Venezia, Rovigo, Belluno.
Credo sarebbe auspicabile un minimo di coordinamento fra i principali Comuni nell’ambito dello stesso territorio regionale, per avere norme omogenee, e rendere più facile la vita dei veneti, che non possono essere costretti ad inseguire norme diverse quando si spostano da una città all’altra.

AIM AMBIENTE N VERDE
RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA

Potrebbe interessarti anche:

AIM AMBIENTE N VERDE
RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA