12 Dicembre 2018 - 17.07

VICENZA – “Niente cambia se non cambi niente”: le premiazioni

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA

“Non dobbiamo accettare la violenza sulle donne come un’abitudine”. Loredana Zanella, Presidente della Commissione Provinciale Pari Opportunità, lancia un appello che diventa anche un monito alle studentesse e agli studenti arrivati nella Sala Consiglio di Palazzo Nievo per chiudere con un momento di festa e di ulteriore riflessione la Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne. Una mattinata intensa, ricca di emozioni trasmesse dalla viva voce dei protagonisti e dalle immagini dei loro lavori realizzati nell’ambito del Concorso “Niente Cambia se non Cambi Niente” promosso in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale e la Consulta Provinciale degli Studenti. Ben 23 le Scuole Superiori del Territorio Vicentino coinvolte, per oltre 500 ragazzi che si sono messi entusiasticamente al lavoro affiancati dai loro insegnanti in una gara di idee e di genuina passione che alla fine ha visto la scelta e la premiazione di 3 progetti. “E’ stata un scelta difficile – continua la Presidente Zanella – perché davvero i lavori erano uno più bello dell’altro. Il progetto è stato una sorta di laboratorio comune dove classi e gruppi si sono ritrovati attorno ad un capo di abbigliamento che hanno sgualcito, tagliato, macchiato, strappato mettendosi nei panni di chi la violenza la compie. Poi, utilizzando il kit inviato a tutti i partecipanti, lo hanno esposto usando una gruccia, all’aperto, in un punto visibile della scuola, assieme al poster recante il loro dell’iniziativa. Un paio di scarpe rosse o tre sagome di orme rosse, simbolo della violenza contro le donne, hanno completato l’esposizione. Poi il vestito è stato ripreso e reso magnifico, degno di essere guardato. I messaggi che volevamo trasmettere sono importanti ma era fondamentale rilevare l’atteggiamento, il comportamento dei ragazzi perché davvero niente cambia se non cambiamo noi. E la loro convinta partecipazione convinta ci ha emozionato”. “Sebbene” fanno notare Marco e Matteo, due dei “12 apostoli” dell’universo maschile scolastico, mischiati fra le ragazze giunte in Provincia, “siamo rimasti un po’ delusi dalla partecipazione non molto numerosa dei maschi. Eppure è un argomento di civiltà che ci coinvolge tutti”. Davvero una bella giornata, aperta dai saluti della Vice Presidente della Provincia di Vicenza, e insegnante anch’essa, dottoressa Maria Cristina Franco, da quello della Presidente Zanella e della Vice Presidente della Commissione Pari Opportunità professoressa Anna Perlotto, dalla Consigliera Provinciale delle Pari Opportunità Grazia Chisin, dell’insegnante dell’USP Maria Annunziata Schiavotto (accompagnata dalla professoressa Laura Bragagnolo) nonché da quelli del Vice Presidente della Commissione Regionale delle Pari Opportunità Alessandro Giglio, del Sindaco di Recoaro Terme Davide Branco, della Responsabile di FIDAPA Elena Faggian, della Presidente di “Donna Chiama Donna” Maria Zatti, presenti anche l’assessore di Bolzano Vicentino Raffaella Dal Sasso la Vice Presidente della Commissione Pari Opportunità di Schio Graziella Lain. Dopo le parole del Dirigente Scolastico del Liceo Artistico “De Fabris” di Nove, professor Francesco Mistretta, e della Preside del “Leonardo Da Vinci” di Arzignano, professoressa Iole Antonella Frighetto, si è provveduto alla conoscenza e alla premiazione delle scuole vincitrici. Prima però un premio speciale proprio ai ragazzi dei due istituti appena citati per la realizzazione di slogan e logo. Terzo premio di 300 euro alle ragazze dell’Istituto “A.Rossi”, in rappresentanza delle 66 studentesse presenti nello storico istituto tecnico industriale sugli oltre 1.300 iscritti. A guidarle la Vice Preside professoressa Annalisa Scalvi, che ha ribadito come la formazione professionale anche tecnico-industriale non deve essere più solo “cosa da uomini”. Secondo posto e 400 euro per lo “Scotton” di Bassano del Grappa, mentre il premio principale (per loro 500 euro) è stato appannaggio dell’Istituto “Fusinieri”, presenti gli insegnanti. E alla giornata, e ai suoi messaggi, ha voluto partecipare anche il “Ceppo Gastronomico” di Vicenza che ha regalato al centinaio di ospiti arrivati in Provincia un generoso buffet a base di panettoni, crostini al baccalà mantecato e bevande. Piccoli segnali, sperando che quel numero, 696, comunicato dalla dottoressa Zatti e relativo ai casi di maltrattamento a danno delle donne verificatisi e denunciati nel solo Vicentino dal 2012 ad oggi, diventi un po’ alla volta un brutto e,lotano ricord

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA
MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
TEATRO
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
TEATRO
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti