7 Giugno 2024 - 15.11

VENETO – 45 casi di febbre Dengue portati dall’estero. 10 casi di encefalite da morso di zecca

Dal primo gennaio scorso al tre giugno nessun caso autoctono della temuta febbre Dengue è stato rilevato in Veneto, così come nessun caso di Febbre da West Nile. Zero casi anche per la febbre Chikungunya e per le infezioni da Usutu Virus e Toscana Virus. E’ stato segnalato un solo caso di Zika virus (importato), 10 casi di encefalite virale da morso di zecca (di cui 5 autoctoni e 5 con luogo di esposizione fuori regione) e 2 casi di   malattia di Lyme.

Sono questi i dati rilevanti del primo Bollettino di Sorveglianza delle Malattie Trasmesse da Vettori, elaborato ed emesso dalla Direzione Prevenzione della Regione Veneto.

Il bollettino viene pubblicato nel periodo di massima presenza del vettore (giugno-ottobre), settimanalmente o ogni 15 giorni, secondo l’andamento stagionale, riportando l’aggiornamento dei casi di Malattia trasmessa da Vettore, notificati nel territorio regionale.

Va evidenziato che i 47 casi di Dengue registrati in Veneto, da inizio anno, sono tutti casi importati, ovvero riguardanti persone rientrate da Paesi esteri in cui la malattia è endemica; pertanto non si tratta di casi autoctoni. I Paesi nei quali i casi hanno soggiornato sono riportati all’interno del bollettino.

Il Bollettino (che si allega) contiene inoltre informazioni sulle varie malattie trasmesse da vettore (cos’è, trasmissione e sintomi), e le raccomandazioni su come proteggersi da punture/morso di zanzare e zecche e sul comportamento da adottare in caso di escursioni e viaggi.

A disposizione dei cittadini anche un sito ufficiale.

https://www.regione.veneto.it/web/sanita/arbovirosi
VICENZA CITTA UNIVERSITARIA
AGSM AIM
duepunti
UNICHIMICA

Potrebbe interessarti anche:

VICENZA CITTA UNIVERSITARIA
AGSM AIM
duepunti
CAPITALE CULTURA
UNICHIMICA