11 Luglio 2024 - 12.25

NORDEST – Arrestato tunisino con 65 kg di droga nell’auto (avrebbero fruttato 780 mila euro)

Nell’ambito dei consueti servizi di controllo del territorio finalizzati alla sicurezza pubblica ed alla prevenzione dei reati in genere, i Finanzieri del Gruppo di Trento hanno sequestrato oltre 65 Kg di hashish, denaro contante per circa 8.700 euro ed arrestato una persona di nazionalità tunisina, trovato in possesso dell’ingente quantitativo di sostanza stupefacente. L’attività di servizio scaturisce dall’intensificazione del controllo economico del territorio da parte delle Fiamme Gialle, in particolar modo lungo le principali arterie di ingresso della città di Trento. 

Nel corso di tale servizio, veniva notata, nella zona nord, un’auto con a bordo una persona che percorreva la strada statale 12 ad alta velocità. I militari, dopo aver intimato l’alt, facevano quindi fermare l’autovettura nei pressi di un parcheggio, ove veniva richiesto al conducente di esibire i documenti; dal controllo delle banche dati in uso alla Guardia di Finanza, emergeva che il guidatore, un extracomunitario di 27 anni, era gravato da numerosi precedenti di polizia per reati di cessione di sostanze stupefacenti. Da una successiva ispezione dell’automezzo, i Finanzieri notavano che, sul sedile posteriore, erano riposti due grossi plichi di forma rettangolare, imballati con cellophane di colore nero, emananti il tipico pungente odore della sostanza stupefacente di tipo cannabinoide. Dopo l’apertura di una delle confezioni, la pattuglia operante rilevava che i due involucri, del peso di circa 18,5 Kg. cadauno, contenevano un ingente quantitativo di hashish, suddiviso in 36 panetti. 

Con l’ausilio del cane “Nabucco” in forza al Gruppo Trento, le ricerche venivano estese anche all’abitazione del soggetto fermato, sita nel centro di Trento, ove venivano rinvenuti, oltre ad 8.700 euro in contanti, ulteriori 28 Kg. di hashish suddiviso in panetti, contenuto in un grosso borsone trovato all’interno dell’armadio della camera da letto. Complessivamente, venivano quindi sequestrati 65 Kg. di sostanza stupefacente, suddivisi in 640 tavolette del peso di circa 100 g. circa l’una, che avrebbe permesso la realizzazione di almeno 64.000 dosi, consentendo di ottenere, una volta venduto al dettaglio, un guadagno di circa 780.000 euro. Al termine delle operazioni, l’Autorità Giudiziaria disponeva la traduzione del soggetto arrestato presso la Casa Circondariale di Trento, per l’ipotesi di reato di traffico di sostanze stupefacenti.

VICENZA CITTA UNIVERSITARIA
AGSM AIM
duepunti
UNICHIMICA

Potrebbe interessarti anche:

VICENZA CITTA UNIVERSITARIA
AGSM AIM
duepunti
CAPITALE CULTURA
UNICHIMICA