2 Dicembre 2022 - 10.25

BASSANO e ROSÀ – Massaggi, prostituzione e lavoro nero: chiusi e sanzionati due centri cinesi

Giovedì 1 dicembre, su disposizione del Questore della Provincia di Vicenza Paolo SARTORI, è stata effettuata una operazione di Polizia estesa a tutto il territorio provinciale, finalizzata alla prevenzione ed alla repressione dei reati in generale e, nello specifico, mirata a tenere monitorato il fenomeno della prostituzione esercitata con la copertura di altre attività commerciali, nonché a sanzionarne gli eventuali aspetti delinquenziali che ad esso sono strettamente correlati.

Questa ulteriore fase dell’operazione fa seguito alla precedente, effettuata lo scorso 26 ottobre, in occasione della quale si era proceduto alla chiusura di 3 Centri Massaggi, che si trovavano a Vicenza ed a Bassano del Grappa, in due casi in conseguenza delle gravi violazioni della normativa a tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, mentre il terzo Centro Massaggi, di Bassano, era stato chiuso per sfruttamento della prostituzione.

Dopo aver proceduto ad un attento monitoraggio, anche attraverso l’analisi dei siti internet presenti sul web contenenti annunci dedicati a pubblicizzare forme occulte di prostituzione, gli Agenti delle varie Divisioni della Questura hanno effettuato specifici controlli su tutto il territorio della Provincia di Vicenza.

Le attività di controllo hanno riguardato anche i clienti.

Nel pomeriggio di ieri, pertanto, Personale della Divisione di Polizia Amministrativa della Questura, del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Bassano del Grappa, dell’Ufficio Provinciale del Lavoro e della Polizia Locale di Vicenza, ha effettuato una serie di ispezioni simultanee in 5 Centri Massaggi dislocati nel Capoluogo e nel Comune di Rosà, nel comprensorio bassanese.

Gli accertamenti e le attività informative hanno consentito di stabilire che all’interno di taluni dei Centri massaggi venivano prospettate prestazioni sessuali pubblicizzate con invitanti annunci pubblicitari online, corredati di fotografie, su siti dedicati ad accompagnatrici ed escort: nel dettaglio, a seguito di annuncio con foto e testo espliciti per il tipo di “servizio” proposto, il cliente veniva invitato – a seguito di contatto telefonico – presso uno dei Centri massaggi pubblicizzati.

Le attività lavorative sono state sospese ed i locali nella disponibilità di 2 di questi Centri Massaggi sono stati chiusi in via cautelativa per le gravi violazioni della normativa a tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori e dei clienti, anche in considerazione del fatto che è stato riscontrato l’assoluto mancato rispetto delle basilari norme di sicurezza e la totale mancanza di qualsivoglia documentazione autorizzativa, mentre nei confronti degli altri 3 sono tuttora in corso attività di valutazione e di verifica al fine della eventuale adozione di specifici provvedimenti e sanzioni.

La chiusura dei 2 Centri, peraltro, è stata disposta anche per irregolarità relative all’impiego di personale senza contratto di lavoro (in “nero”): per questa ulteriore violazione, quindi, è stata contestata una sanzione supplementare di 10.500 euro

Nei confronti dei 2 Centri che sono stati chiusi, pertanto – rispettivamente, il “Centro Massaggi” sito in Via dell’Edilizia, ed il Centro “Massaggi Orientali” di via Quasimodo, entrambi di Vicenza – sono state contestate dall’Ufficio Provinciale del Lavoro 60 mila euro circa di sanzioni per ciascuno di essi.

Le verifiche effettuate nel corso delle ispezioni degli altri 3 Centri hanno consentito di appurare, in un caso, che la titolare del “Centro Massaggi” di via Trento, aperto da poco, in passato è stata indagata dalla Squadra Mobile di Brescia per associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione, praticata in locali camuffati da Centri massaggi. Alla donna, ieri, è stata data la prescrizione di rimuovere entro 5 giorni il locale adibito a dormitorio delle dipendenti, in quanto privo dei requisiti di abitabilità.

Relativamente al quarto Centro massaggi sono in corso accertamenti volti a definire la posizione fiscale e commerciale della titolare. Al momento del controllo effettuato ieri presso questo esercizio pubblico, un cittadino cinese di 40 anni, destinatario di un Ordine di Allontanamento dal Territorio Nazionale emesso dal Questore di Bologna e con a proprio carico precedenti per produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti, titolare di un Permesso di soggiorno spagnolo in fase di rinnovo, ha cercato di fuggire dalla finestra della cucina, ma è stato bloccato dagli Agenti di Polizia e condotto presso l’Ufficio Immigrazione della Questura ai fini della verifica riguardo alla sua posizione di soggiorno in Italia.

Nel Comune di Rosà, nel comprensorio bassanese, è stato controllato dagli Agenti del Commissariato di P. S. di Bassano del Grappa un quinto Centro Massaggi Orientali. A tal riguardo sono tuttora in corso accertamenti da parte del Personale dipendente e dell’Ispettorato del Lavoro al fine di verificare la regolarità dell’attività in essere.

Le attività investigative stanno ora proseguendo allo scopo di verificare se siano stati commesse ulteriori violazioni di carattere penale che punisconol’induzione, il favoreggiamento e lo sfruttamento della prostituzione.

Si tratta della seconda fase di una programmata serie di azioni di monitoraggio e di controllo specificamente indirizzate ad individuare forme occulte di prostituzione – ha rilevato il Questore Sartori –. Queste, assai spesso, come si è visto, nascondono attività di sfruttamento di giovani donne dietro la parvenza di normali attività professionali. Si tratta di iniziative ed attività che, oltre ad essere spesso contigue a fenomeni di carattere criminale, pongono a grave rischio la salute e la sicurezza delle giovani donne e degli stessi clienti. E proprio per questo motivo, così come è accaduto ieri, anche per il futuro non saranno tollerate”.

egitto
AGSM AIM
duepunti
AGSM AIM
CAPITALE CULTURA
AIM AGSM AIM ENERGIA SPOT
ABALTI
AIM AMBIENTE N VERDE
RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
UNICHIMICA

Potrebbe interessarti anche:

egitto
AGSM AIM
duepunti
AGSM AIM
CAPITALE CULTURA
ABALTI
AIM AGSM AIM ENERGIA SPOT
AIM AMBIENTE N VERDE
RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
UNICHIMICA