10 Maggio 2021 - 16.38

Al Castello di Dracula niente morsi, ma punture di vaccino

Per essere aggiornato sulle notizie del Veneto iscriviti al gruppo Facebook: VENETO NOTIZIE Per essere aggiornato con Tviweb entra nel GRUPPO FACEBOOK TVIWEB - NOTIZIE VICENZA E PROVINCIA (Clicca qui)

I visitatori del castello di Dracula hanno maggiori probabilità di trovare segni di punture sulle braccia rispetto al collo questo mese, dopo che è stato istituito un centro di vaccinazione COVID-19 presso l’attrazione della Transilvania.

Il personale del castello spera che il servizio porterà più persone sul sito nelle montagne dei Carpazi in Romania, dove il numero di turisti è precipitato dall’inizio della pandemia.

Il Castello di Bran, una struttura inquietante e dall’aspetto terrificante sul lato della Transilvania al confine storico con la Valacchia, è commercializzato come la casa del personaggio del titolo nel romanzo horror gotico del 1897 Dracula di Bram Stoker.

Il conte Dracula è basato sull’eroe nazionale rumeno e sovrano del XV secolo della Valacchia Vlad III Dracula, meglio conosciuto come Vlad l’Impalatore (Vlad Țepeș in rumeno) ed è notoria la sua abitudine di giustiziare i nemici impalandoli su pali di legno.

Anche se non ci sono prove che Stoker sapesse del Castello di Bran il governo rumeno promuve l’edificio come il “reale Castello di Dracula. 

Ora è promosso invece come un centro di vaccinazione, dove i medici che indossano adesivi con le zanne sui loro scrub ‘impaleranno’ chiunque si presenti – nessun appuntamento necessario – ogni fine settimana di maggio.

I visitatori ottengono anche l’ingresso gratuito alla mostra del castello con 52 strumenti di tortura medievali. 

Uno dei visitatori di sabato è stato Fernando Orozco, uno sviluppatore del mercato delle energie rinnovabili di 37 anni di solito con sede a Berlino che ha lavorato a distanza fuori dalla Romania.

“Stavo già programmando di venire al castello e ho pensato che fosse il due per uno speciale”, ha detto.

Il governo ha affermato di voler vaccinare 10 milioni di persone entro settembre, ma un sondaggio pubblicato ad aprile dal think tank Globsec con sede a Bratislava ha mostrato che i rumeni sono i meno inclini a farsi vaccinare tra i membri orientali dell’UE.

Per essere aggiornato sulle notizie del Veneto iscriviti al gruppo Facebook: VENETO NOTIZIE Per essere aggiornato con Tviweb entra nel GRUPPO FACEBOOK TVIWEB - NOTIZIE VICENZA E PROVINCIA (Clicca qui)
RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA

Potrebbe interessarti anche:

RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA