11 Giugno 2018 - 7.36

FRANCESCO RUCCO È IL NUOVO SINDACO DI VICENZA

Erano da poco passate le 6 di questa mattina quando è arrivata l’ufficialita’: Francesco Rucco è il nuovo sindaco di Vicenza. “Faremo tornare grande Vicenza” sono state le sue prime parole da neo sindaco. Raccoglie il 50,64 % Francesco Rucco e lascia Otello Dalla Rosa al 45,87. Vittoria che segna la discontinuità dopo dieci anni di Centrosinistra. Nel momento in cui scriviamo il sito del Comune di Vicenza certifica che sono state scrutinate tutte le sezioni elettorali della città (112), dopo una notte insonne per molti che segna il passaggio ad un’alba di Centrodestra.

In poche ore i vicentini hanno scelto di voltare pagina e di virare dalla parte opposta.

Va detto che molti sono gli elementi di approfondimento che queste amministrative ci regalano. Per questo andiamo con ordine. In primo luogo si registra un calo significativo dell’affluenza elettorale, praticamente un vicentino su due non è andato a votare, colpa dell’assenza dei Pentastellati, complice la bella giornata, una campagna elettorale che è stata condotta da entrambe le parti senza particolari scontri ma con un sostanziale aplomb, rimane che l’abbassamento della partecipazione alle scelte sulla guida del capoluogo ha appassionato poco più della metà degli elettori. La seconda osservazione è tutta diretta al risultato dei partiti, che viene stravolto rispetto al dato delle Politiche del marzo scorso. Il PD recupera consenso e resta il primo partito di opposizione in Sala Bernarda, con un 24 per cento, la Lega non sfonda come ci si aspettava e arriva a sfiorare il 16%, che in assoluto è un record rispetto a tutti gli appuntamenti per le comunali viste in passato, ma al di sotto della performance che era riuscita ad esprimere, anche nel capoluogo, alle Politiche. Forza Italia scende al 5,22%, non sparisce e si piazza terzo partito della maggioranza, probabilmente pagando un po’ anche il prezzo delle incertezze iniziali sulla scelta del candidato. Va male Fratelli d’Italia che con il magro bottino dell’1,68% non riesce a far sbarcare neanche un consigliere, mentre la Lista di Claudio Cicero conquista un consigliere. Ciò che colpisce e stravolge gli assetti della nuova maggioranza è il successo della civica Rucco Sindaco che domina il podio di primo partito a Palazzo Trissino, quasi a dimostrare la marginalità delle formazioni tradizionali del Centrodestra con il 24,50%, una percentuale impressionante. Reggono ViNova (6,55%) la civica di Dalla Rosa, Vicenza Capoluogo (7,67%) altra civica del Centrosinistra, non brilla la civica Quartieri al Centro (3,87%), capitanata dai “centristi” Colombara, Pecori, Guarda e Cordova, ed infine poco sotto (3,61%) arriva anche Coalizione Civica, la civica di sinistra. I quattro candidati sindaci fuori dall’orbita di Centrodestra e Centrosinistra arrivano ultimi e, insieme, non raggiungono il 5%.  In sostanza le civiche hanno, più ancora che nel passato, saputo attrarre consenso mediamente più dei partiti e questo dovrebbe far riflettere i decisori.

Ora per Francesco Rucco arriva la parte più importante, governare.

READY2GO
CHECKPOINT
OASIREJUVE
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
CPV

Potrebbe interessarti anche:

READY2GO
CHECKPOINT
OASIREJUVE
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
Vai alla barra degli strumenti