14 Luglio 2020 - 17.42

Sopralluogo all’istituto superiore Canova: prove strutturali in corso

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA

Indagini strutturali in corso all’istituto superiore Canova di Vicenza.

Venerdì mattina il consigliere provinciale con delega all’edilizia scolastica Cristina Balbi si è recata in sopralluogo all’istituto accompagnata dal tecnico della Provincia Simonetta Zigliotto e dal direttore dei lavori Flavio Zoncheddu.

“Un intervento complesso su cui la Provincia di Vicenza investe 2,4 milioni di euro –dichiara la Balbi- La scuola è stata edificata dalla Provincia nei primi anni ‘70, considerata innovativa per quegli anni ma meritevole oggi di una “svecchiata”. Le linee di intervento sono tre: la ristrutturazione dell’aula magna, l’ampliamento e la riorganizzazione degli accessi, il miglioramento sismico. In particolare vogliamo rendere autonoma l’aula magna, una delle più grandi della città, per metterla a disposizione di altre scuole e di iniziative esterne senza interferire con l’attività scolastica”.

Il progetto definitivo, a firma di un raggruppamento di professionisti con a capo Zoncheddu e Associati, è già stato consegnato alla Provincia ed è frutto di un accurato rilievo architettonico, di indagini geognostiche e geotecniche. Gli stessi professionisti, di concerto con i tecnici provinciali, hanno riscontrato che la documentazione storica disponibile fornisce una conoscenza dell’edificio limitata, considerata non del tutto sufficiente per stabilire con precisione gli interventi idonei per il miglioramento sismico. Di qui l’esigenza di ulteriori indagini, attualmente in corso a cura di CSG Palladio di Vicenza, che saranno funzionali alla redazione del progetto esecutivo e poi dei lavori.

Le indagini strutturali prevedono prove di carico , carotaggi, prelievi e tutte le attività necessarie ad aggiornare il fascicolo attualmente esistente relativo all’analisi sismica dell’edificio e a programmare lavori di rinforzo sismico con interventi strutturali idonei.

Ristrutturazione dell’aula magna

Il progetto di riqualificazione e adeguamento dell’aula magna parte dall’esigenza di creare un accesso autonomo esterno, da via Baden Powell , al fine di poter concedere l’utilizzo degli spazi alle altre scuole della cittadella degli studi limitrofa, o per altri utilizzi e richieste pubbliche, senza interferire con gli spazi interni della scuola.

Si interviene sulla distribuzione delle sedute, per garantire percorsi di sicurezza e accessibilità, mantenendo la capienza a 400 posti. L’attuale pavimentazione viene sostituita con nuova pavimentazione in legno. Per migliorare l’acustica, la pannellatura a parete viene sostituita con contropareti in cartongesso coibentate termicamente oltre che acusticamente. Un controsoffitto fonoassorbente fungerà da grande assorbitore e regolatore acustico.

Nella riqualificazione generale dell’aula magna si prevede di ridurre le superfici vetrate della parte più alta della gradonata, fonte di disturbo luminoso e concausa della dispersione termica del fabbricato, sostituendole con nuovi serramenti in alluminio a taglio termico e vetrocamera antinfortunio.

Dal punto di vista impiantistico verranno eseguiti ex-novo tutti gli impianti per adeguarli alle normative vigenti, sia in termini di sicurezza, che di risparmio energetico. Anche per gli impianti elettrici di illuminazione, di rilevazione e allarme incendi e di diffusione sonora, si prevede l’integrale rifacimento.

Ampliamento e riorganizzazione degli spazi esterni

Il progetto prevede la creazione di un foyer d’ingresso all’aula magna in luogo delle attuali uscite di emergenza verso il cortile a gradoni. Questo nuovo volume sarà l’accesso autonomo esterno, ma sarà anche uno spazio utile sia alla scuola che a fruitori esterni per ricreazioni, incontri, mostre.

Nel nuovo ampliamento, delle dimensioni di circa 250 mq, verranno realizzati nuovi servizi igienici ad uso dell’auditorium e dello stesso foyer, un bar e un locale ad uso ripostiglio per l’aula magna.

Ogni collegamento, verso l’interno e verso l’esterno, è in sicurezza e senza barriere architettoniche. Viene realizzato un percorso esterno “accessibile”, con adeguamento del sistema delle rampe esistenti, e un nuovo accesso in prossimità del cancello d’ingresso secondario, ora confinato tra il marciapiede e il parcheggio esterno su via Baden Powell.

Nuovo accesso anche per la palestra. Si prevede la realizzazione di un nuovo percorso esterno, da ovest, che elimini le attuali gradinate e consenta l’accesso agli spogliatoi direttamente anche dall’esterno scuola, senza barriere fisiche che ne ostacolino la fruizione a persone con difficoltà motorie. Viene perciò anche riorganizzato tutto il sistema dei percorsi e delle rampe interne, con eliminazione delle scale e di ogni altro impedimento alla mobilità.

Sempre a proposito di palestra, viene completamente rifatto il blocco est dei servizi igienici e delle docce degli spogliatoi, con un intervento di sistemazione simile a quello recentemente attuato per il blocco ovest.

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA
CHECKPOINT
AIM
AIM TREV
OASIREJUVE
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

CHECKPOINT
AIM TREV
AIM TREV
OASIREJUVE
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti