22 Giugno 2019 - 12.11

BUONGIORNO VICENZA: Rimpasto sì, rimpasto no….rimpasto ni….


A un anno dalla vittoria al primo turno, è tempo di bilanci per Francesco Rucco e, soprattutto, per la sua squadra. Il primo affondo arriva qualche giorno fa dal Giornale di Vicenza, che assesta un uno/due come nella migliore tradizione boxistica: pagella agli assessori e intervista al sindaco. 

La pagella non fa sconti e rileva un numero significativo di insufficienze, ma anche i migliori non raggiungono l’eccellenza. Il messaggio ai naviganti è abbastanza chiaro, bisogna mettere mano alla squadra, che va rafforzata e riorganizzata, e lo stesso Rucco il giorno dopo ammette alcune inadeguatezze del suo team, non tutte  per la verità ma una lettura attenta lascia intuire che anche il Primo Cittadino sta valutando un aggiustamento. In giunta si mormora che in graticola non ci siano solo Claudio Cicero e Silvia Maino, ma almeno altri tre assessori ritenuti dagli addetti ai lavori inadeguati al ruolo assegnato un anno fa. In tutto questo non aiuta poi lo shopping di Fratelli D’Italia che in pochi mesi è passata da zero consiglieri a due con un terzo in arrivo. 

Le tensioni ed i nervosismi si sprecano in un clima come questo epperò i conti con la realtà bisogna farli. Il numero di provvedimenti approvati in un anno è scarso, i consigli comunali, il luogo in cui si dovrebbero approvare le misure più importanti, sono pochi e con ordini del giorno che non appassionano, non si conosce la road map dei vari referati, la nomina del Portavoce è stato un parto con dodici mesi di gestazione, ora spetterà a Martino Montagna l’onere di trasferire ai media e alla città il racconto di una Giunta Rucco che non è ancora uscita dalla gestione del presente. 

Il primo anno di lavoro può servire a prendere le misure, ci può anche stare, possiamo anche convenire con il Primo Cittadino che il secondo mandato di Variati ha lasciato una macchina comunale in difficoltà – per ammissione del predecessore di Rucco poche settimane dopo il voto – ma adesso bisogna far vedere cosa si è in grado di fare e dopo l’avviso a Cicero e Maino, il Sindaco dovrà decidere se essere consequenziale e far seguire i fatti alle sue parole o limitarsi ad una tirata d’orecchie senza conseguenze e attendere la prossima pagella. 

MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
TEATRO
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
TEATRO
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti