27 Febbraio 2019 - 11.01

Rissa al bar tra giovani: padre interviene per difendere i figli e viene malmenato

Per restare aggiornati sulle notizie di Schio e dell'Alto Vicentino iscriviti alla pagina SCHIO – THIENE – BASSA-NO - ALTO VICENTINO NEWS

Ieri sera i militari dell’Aliquota Radiomobile e della Stazione di Piovene Rocchette sono intervenuti presso il Bar Roma a Schio in quanto era stata segnalata una rissa in corso; al termine dell’intervento sono stati deferiti per resistenza, oltraggio e lesioni personali in concorso, E.F.M., marocchino cdi 25 anni, e T.E., scledense 21 anni, entrambi pregiudicati e ben noti alle forze dell’ordine.

I due, ubriachi, hanno dato vita all’esterno del locale ad un’animata discussione scaturita per futili motivi, ed hanno aggredito con calci e pugni al volto un cittadino residente nei pressi del bar. L’uomo era l intervenuto per sedare la lite tra i pregiudicati e i suoi due figli, che avevano tentato invano di far allontanare E.F.M. e T.E. che stavano percuotendo violentemente il cancello dell’abitazione e tentavano di scavalcarlo. L’uomo è intervenuto a tutela dei figli dopo che era stata spruzzata nell’aria, da parte dei pregiudicati, una bomboletta di spray al peperoncino e, nell’intromettersi per difenderli, ha ricevuto un pugno al volto a seguito del quale è stato condotto al locale Pronto Soccorso dove sono state riscontrate ferite giudicate guaribili in 20 giorni.

Proprio in quel momento sono giunte le due pattuglie di Carabinieri che sono riuscite ad interrompere il pestaggio e bloccare i due soggetti che continuavano a dimenarsi e ad opporsi alle operazioni di controllo, mantenendo sempre un comportamento ostile e offensivo, tanto che si rendeva necessario ammanettarli e chiuderli nelle auto di servizio per mettere in sicurezza le vittime dell’aggressione e condurli in Caserma. In Caserma poi, si è provveduto a far intervenire il 118 per valutare le ferite riportate da E.F.M. al sopracciglio sinistro,  giudicate guaribili in 8 giorni

Terminati gli accertamenti del caso, E.F.M. e T.E. sono stati deferiti alla Procura di Vicenza. E.F.M. è risultato inoltre recidivo per un comportamento simile tenuto un mese prima, nella notte tra il 24 ed il 25 gennaio, quando aggredì due persone fuori dal bar “Le Fontane”.

Per restare aggiornati sulle notizie di Schio e dell'Alto Vicentino iscriviti alla pagina SCHIO – THIENE – BASSA-NO - ALTO VICENTINO NEWS
MOSTRA TIEPOLO
TEATRO
ADC
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

MOSTRA TIEPOLO
TEATRO
ADC
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti