25 Luglio 2019 - 8.34

L’ex caserma Borghesi diventerà un polo scolastico d’eccellenza


Da edificio fatiscente alle porte del centro storico a polo scolastico d’eccellenza. E’ questo il futuro disegnato per la caserma ex Borghesi di via Borgo Casale che da anni attende una nuova vita. Oggi, infatti, è stato dato un indirizzo chiaro al suo destino con l’approvazione, da parte della giunta comunale, dello schema di protocollo d’intesa con la Provincia per la sua riqualificazione e valorizzazione.

Questa mattina l’assessore all’urbanistica Marco Lunardi e la vicepresidente della Provincia Maria Cristina Franco hanno presentato i tratti salienti del protocollo e le tappe future del progetto.

“Il Comune – ha detto l’assessore Lunardi – si impegna ad approvare in consiglio comunale una variante al piano degli interventi entro 150 giorni dalla consegna dei materiali necessari ad esperire la pratica, con l’obiettivo di recuperare uno spazio oggi fatiscente e consegnare, in particolare alle nuove generazione, un luogo per lo studio e l’aggregazione”.

“Grazie all’ottima collaborazione con il Comune – ha aggiunto la vicepresidente della Provincia Franco – registriamo un passo importante verso la realizzazione di un polo scolastico di eccellenza per la città e la provincia, comprensivo degli spazi destinati alla mensa e a due laboratori per l’università che, nel frattempo, ha rinunciato al comodato d’uso. L’edificio, secondo il confronto già avviato con la Soprintendenza, dovrà mantenere l’attuale facciata, ma potrà essere completamente ricostruito al suo interno, in linea con le più avanzate regole dell’edilizia scolastica. A realizzare il polo sarà l’operatore economico che si aggiudicherà la gara esperita non appena completato l’iter della variante urbanistica”.

L’area, infatti, è già a destinazione pubblica, ma è necessaria una variante urbanistica relativa alla dotazione dei parcheggi, che potranno essere reperiti non solo all’interno del lotto, ma anche nel raggio di 500 metri o tramite servizio di trasporto scolastico; inoltre, sempre grazie alla variante, sarà possibile realizzare sul tetto un’area verde per l’attività didattica all’aperto”.

Il complesso, secondo quanto previsto per la nuova edilizia scolastica dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, sarà realizzato con particolare attenzione alla qualità architettonica, all’efficienza energetica e alla riduzione dei tempi di percorrenza.

OASIREJUVE
TEATRO
ADC
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

OASIREJUVE
TEATRO
ADC
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti