16 Giugno 2024 - 11.13

VENETO – Dai colli alla montagna: escursionisti feriti o bloccati, interventi del Soccorso Alpino

Cortina d’Ampezzo (BL), 15 – 06 – 24

Alle 14.30 la Centrale del 118 è stata contatta da due escursionisti inglesi di 64 e 66 anni che, completata la Ferrata del Col dei Bos, avevano trovato neve e temendo di mettersi in pericolo avevano chiesto aiuto. Una squadra del Soccorso alpino di Cortina e della Guardia di finanza è quindi intervenuta dividendosi in due, una parte ha risalito la Ferrata, mentre altri soccorritori sono partiti da sotto. Una volta raggiunti, i due escursionisti sono stati riaccompagnati alla macchina. 

Alpago (BL), 15 – 06 -24

Attorno alle 11 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino dell’Alpago per un escursionista ruzzolato per oltre 100 metri in un canale, mentre con due amici scendeva dal monte Dolada verso il Col Brustolà. Appena la nebbia lo ha permesso, l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha sbarcato con un verricello il tecnico di elisoccorso e il medico, che hanno prestato le prime cure al 29enne di Belluno, raggiunto da uno dei due amici. L’infortunato, che aveva riportato un probabile trauma a una gamba, è stato recuperato assieme al medico e trasportato all’ospedale di Belluno. Il compagno è rientrato al Rifugio Dolada con il tecnico di elisoccorso. Una squadra di soccorritori è andata incontro al terzo amico rimasto sulla Forcella. 

Galzignano (PD), 15 – 06 – 24

Verso le 11.30 il Soccorso alpino di Padova è stato allertato per un ciclista caduto con la propria mountain bike, lungo il tracciato di downhill Ps2 in Valsanzibio. Il trentenne di Due Carrare (PD), che aveva sbattuto a terra la testa riportando un probabile trauma cranico e al volto e lamentava dolori alla schiena, è stato subito assistito da alcuni ciclisti di passaggio, tra i quali un vigile del fuoco. Raggiunto da dieci soccorritori compreso un infermiere, l’infortunato è stato stabilizzato in costante contatto con il 118 e imbarellato, per poi essere sollevato con tre tiri di corda fino alla strada soprastante e da lì trasportato per 500 metri alla statale. Trasferito in ambulanza è stato accompagnato all’ospedale di Schivanoia. 

VICENZA CITTA UNIVERSITARIA
AGSM AIM
duepunti
UNICHIMICA

Potrebbe interessarti anche:

VICENZA CITTA UNIVERSITARIA
AGSM AIM
duepunti
CAPITALE CULTURA
UNICHIMICA