9 Luglio 2024 - 17.03

VENETO – 42enne precipita in ferrata e muore: recuperata la compagna sotto shock

Nel primo pomeriggio, la Centrale del 118 ha ricevuto una chiamata da un soccorritore che, per caso, stava risalendo la Ferrata Lipella. Il soccorritore aveva assistito alla caduta di un escursionista che si trovava più in alto rispetto a lui.

Grazie alle coordinate fornite, è stato inviato immediatamente l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore. Sul posto sono stati sbarcati il tecnico di elisoccorso e l’equipe medica, che purtroppo non ha potuto far altro che constatare il decesso di un 42enne belga.

Nel frattempo, il soccorritore ha assistito la compagna dell’escursionista, una 28enne slovena in stato di shock. L’eliambulanza è poi scesa per imbarcare un soccorritore della Guardia di Finanza, che ha supportato nelle operazioni e nei rilievi di legge. Dopo aver ottenuto il nulla osta per la rimozione, la salma è stata recuperata con un verricello e trasportata al Rifugio Dibona, per poi essere affidata al carro funebre.

L’elicottero è successivamente risalito all’uscita della Ferrata, all’altezza delle Tre Dita, dove il soccorritore aveva accompagnato la ragazza, che è stata caricata a bordo in hovering.

Da una prima ricostruzione, i due escursionisti, pur essendo attrezzati, stavano salendo slegati. L’uomo è scivolato, precipitando per una cinquantina di metri tra i salti di roccia, fino a fermarsi su una larga cengia.

VICENZA CITTA UNIVERSITARIA
AGSM AIM
duepunti
UNICHIMICA

Potrebbe interessarti anche:

VICENZA CITTA UNIVERSITARIA
AGSM AIM
duepunti
CAPITALE CULTURA
UNICHIMICA