15 Settembre 2021 - 19.07

Omicidio di Montecchio – Il sindaco Trapula: “Comunità sconvolta” – Messaggio di Rucco ai sindaci

Un altro femminicidio nel Vicentino a distanza di pochi giorni dall’ultima tragedia avvenuta a Noventa Vicentina, questa volta è successo a Valdimolino, piccola frazione del Comune di Montecchio Maggiore, dove è stata uccisa una ragazza di appena 21 anni. Non appena informato dell’accaduto il sindaco di Montecchio Maggiore, Gianfranco Trapula, si è subito precipitato sul posto: “Gli abitanti di Valdimolino sono sconvolti. – dice il primo cittadino – Si tratta di una comunità molto tranquilla e nessuno sa spiegare questo terribile gesto, ancora una volta, purtroppo, ai danni di una giovane donna e giovane mamma. Non ci sono giustificazioni possibili. Dall’Amministrazione comunale – conclude il sindaco – c’è la massima disponibilità ad essere di supporto in queste ore così tragiche per la nostra Città”.

Interviene anche il sindaco di Vicenza e presidente della Provincia Francesco Rucco: ” Incredulità e rabbia. Tanta rabbia. Sono questi i sentimenti che sta provando il presidente della provincia di Vicenza Francesco Rucco alla notizia del femminicidio avvenuto oggi a Montecchio Maggiore.
Una ragazza di appena 21 anni assassinata a colpi di pistola ad appena pochi giorni da un altro femminicidio sempre nel vicentino .
“Due giovani vite spezzate. Non importa quali sono i moventi, perché una cosa è certa: la colpa è solo di persone violente che si impongono con la forza. Non possiamo, come amministratori pubblici, chiamarci fuori da quello che sta succedendo. Dobbiamo reagire con forza. Dobbiamo fare squadra con la comunità per mettere all’angolo i violenti, emarginarli, sconfiggerli. Facciamolo assieme, facciamolo per ricordare chi non c’è più e per tutelare chi vive situazioni di rischio e di fragilità. Facciamolo per le nostre mamme, le nostre sorelle, le nostre figlie, le nostre amiche. Facciamolo per tutte le donne, per ribadire il rispetto che meritano sempre. Invito i colleghi sindaci a mettere le bandiere a mezz’asta per ribadire la nostra ferma condanna contro ogni forma di violenza e come impegno a promuovere concretamente la cultura del rispetto.”

RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA

Potrebbe interessarti anche:

RIFIUTI
AMBIENTE 3
PROVINCIA GIADA
PROVINCIA
READY2GO
CHECKPOINT
UNICHIMICA