3 Giugno 2024 - 14.54

La Polizia arresta giovane stalker vicentino: perseguita l’ex compagna

Ieri sera, giovedì 30 maggio, la Squadra Mobile della Questura di Vicenza ha eseguito la misura cautelare degli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico nei confronti di un giovane cittadino vicentino, B.M., presso la sua abitazione in provincia di Venezia. Questa misura, emessa dall’Autorità Giudiziaria di Vicenza, è stata adottata a seguito delle indagini svolte dalla Squadra Mobile di Vicenza, avviate dopo la denuncia per stalking (artt. 612 bis, c. 1 e 2 C.P.) presentata dalla ex compagna dell’uomo presso la Questura di Vicenza.

La donna ha riferito di ricevere quotidianamente decine di chiamate telefoniche e messaggi minacciosi dopo la fine della convivenza, oltre a essere stata seguita in più occasioni dall’ex compagno. In seguito alle indagini preliminari, l’Autorità Giudiziaria ha emesso un provvedimento di divieto di avvicinamento con applicazione del braccialetto elettronico, eseguito nei primi giorni di maggio insieme alla notifica del provvedimento di Ammonimento emesso dal Questore di Vicenza ai sensi dell’art. 8 del D.L. 11/2009.

Successivamente, ulteriori indagini della Squadra Mobile hanno rivelato che B.M. non aveva rispettato il divieto di avvicinamento, avvicinandosi ripetutamente all’abitazione della ex compagna. Di conseguenza, l’Autorità Giudiziaria di Vicenza ha disposto gli arresti domiciliari presso la sua abitazione in provincia di Venezia, misura eseguita con la collaborazione del personale della Squadra Mobile di Venezia.

VICENZA CITTA UNIVERSITARIA
AGSM AIM
duepunti
UNICHIMICA

Potrebbe interessarti anche:

VICENZA CITTA UNIVERSITARIA
AGSM AIM
duepunti
CAPITALE CULTURA
UNICHIMICA