7 Gennaio 2019 - 14.52

VICENZA – Saldi, primo weekend “di fuoco”

 

I saldi mantengono il loro appeal per i consumatori, che non si lasciano sfuggire l’opportunità di fare acquisti con sconti fin da subito piuttosto elevati, anche del 50%. E’ questa la “lettura” dei commercianti vicentini dopo il primo weekend di vendite di fine stagione, che sono entrate nel vivo il sabato pomeriggio e sono continuate per tutta la domenica a buon ritmo. “L’impressione di molti colleghi è che l’andamento confermi quello dello scorso anno e che dunque i saldi oramai si siano stabilizzati, nonostante le solite fughe in avanti a colpi di messaggini e promozioni, anche on line. E’ un segnale particolarmente positivo, perché accompagnato da un’attenzione particolare della clientela all’acquisto mirato, favorito da un servizio di qualità”. Questo il primo commento di Marisa Lunardon, consigliere di Federmoda Confcommercio Vicenza, l’associazione provinciale dei dettaglianti del tessile abbigliamento.

Un parere confermato anche da Nicola Piccolo, presidente della delegazione Confcommercio di Vicenza: “Ho avuto modo di confrontarmi con i colleghi già domenica sera – afferma – e anche se le somme si fanno sempre alla fine devo dire che ho trovato generalmente pareri positivi su questo inizio di saldi: c’è stato un buon afflusso di clientela, sia in centro storico che in generale in città, con acquisti sostanzialmente in linea con i saldi invernali dell’anno scorso. C’è dunque fiducia che le vendite si mantengano buone anche nei prossimi giorni con significativi incrementi nei fine settimana”.

Anche se i risultati dei saldi si possono differenziare da negozio a negozio, a seconda delle politiche commerciali di ciascuno, c’è però una sensazione che accomuna i pareri raccolti dai dirigenti di Confcommercio Vicenza: che si tratti di clienti fidelizzati o meno, l’acquisto è sempre più selezionato e mirato e l’attenzione si sta spostando anche al servizio: “Si cerca sempre più l’esperienza di acquisto – conferma Marisa Lunardon – e dunque conta, anche nel caso dei saldi, la professionalità con cui si segue il cliente, che spesso differenzia il negozio più evoluto rispetto alle grandi catene monomarca. Nessuno, nemmeno durante i saldi, “compra per comprare” e quindi, soprattutto per i capi più importanti, conta la ricerca del prodotto e la sintonia che si riesce ad instaurare con il cliente”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Per dire che i saldi non rappresentano più solo un momento per “fare cassa”, da parte dei negozianti, ma anche un’opportunità di marketing per stringere legami ancor più forti con la clientela abituale e conquistarne di nuova attirata dai ribassi di fine stagione.

MOSTRA TIEPOLO
TEATRO
AMIS
ADC
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

MOSTRA TIEPOLO
TEATRO
AMIS
ADC
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti