7 Gennaio 2019 - 19.02

VICENZA – Nella Giornata del Tricolore Rucco porta la bandiera d’Italia a scuola

“A voi, ragazzi, affido questa bandiera e so che non avrei potuto scegliere mani migliori. Issatela con orgoglio, tra la bandiera della Regione Veneto e quella dell’Unione Europea. Voi, cittadini dell’Europa e del mondo, restate saldi alle radici della vostra terra, perché qui troverete nutrimento, in qualsiasi parte del mondo vi troviate”.

Con queste parole, questa mattina, il sindaco Francesco Rucco ha consegnato agli alunni della scuola primaria Pajello di Polegge una bandiera italiana nuova da far sventolare all’ingresso della scuola. Il nuovo vessillo è stato consegnato proprio nel giorno in cui ricorre la Giornata del Tricolore, a ricordo dei 222 anni dal 1797 in cui la bandiera verde, bianca e rossa fece la prima comparsa ufficiale nella Repubblica Cispadana, comprendente alcuni territori dell’attuale Emilia Romagna.

L’iniziativa è stata presa dal sindaco dopo che il consigliere comunale Giovanni Selmo, insegnante della scuola, ha fatto presente che la bandiera esposta all’ingresso dell’istituto era ormai logora e sgualcita.

Questa mattina, dunque, accompagnato dall’assessore alla formazione Cristina Tolio e dal consigliere comunale Leonardo De Marzo, e alla presenza dello stesso consigliere Selmo, della dirigenza scolastica e degli insegnanti, il sindaco ha fatto visita agli alunni della Pajello consegnando loro, insieme al nuovo Tricolore, anche le bandiere del Veneto e dell’Europa.

La breve cerimonia è stata anche l’occasione per ricordare che la bandiera italiana, simbolo di una repubblica libera e democratica, è anche il vessillo di Vicenza.

“Il nostro Comune – ha detto il sindaco ai bambini – è l’unico in Italia a potersi fregiare non di un semplice gonfalone, ma della bandiera nazionale con iscritto al centro lo stemma cittadino. Una scelta che risale al 1866, votata dal consiglio comunale per rendere onore alla bandiera che fieramente aveva sventolato nella piazza cittadina durante i combattimenti per la libertà. E con tale coraggio e tale tenacia i vicentini hanno difeso non solo la propria città, ma la Patria intera, che la nostra bandiera è l’unica ad essere decorata con due medaglie d’oro al valore militare. Vicenza, quindi, è quindi doppiamente legata alla bandiera italiana: perché rappresenta la nostra appartenenza alla Patria, ma anche e soprattutto perché racconta la storia della nostra Città. Ed è con questo spirito e questa consapevolezza che vi invito a guardare al nostro Tricolore, ora che ne avete uno di nuovo nel pennone della scuola. La nostra bandiera parla di noi, di ciò che siamo stati e di ciò che vogliamo continuare ad essere. La Patria dei diritti e della libertà. Degli eroi caduti in guerra e degli eroi che quotidianamente, con il rispetto delle regole e senso civico, difendono i nostri valori”.

Com’è accaduto oggi alla scuola Pajello, l’amministrazione comunale intende provvedere alla sostituzione di tutte le bandiere scolastiche sgualcite. Per questo l’assessorato alla formazione inviterà gli istituti che hanno sede in edifici comunali a segnalare al Comune eventuali necessità.

TEATRO
ADC
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

TEATRO
ADC
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti