10 Ottobre 2019 - 15.00

“Dammi 10 euro o ti pungo con la mia siringa”: la testimonianza della donna rapinata in viale Eretenio

Per le notizie dall'Est Vicentino iscriviti al gruppo Facebook TORRI - CAMISANO - GRISIGNANO - EST VICENTINO NOTIZIE Per essere aggiornato con Tviweb entra nel GRUPPO FACEBOOK TVIWEB - NOTIZIE VICENZA E PROVINCIA (Clicca qui)

“Continuava a ripetermi di dargli 10 euro o mi avrebbe punto con la siringa che aveva in mano. L’ha ripetuto per decine di volte, senza aggiungere altro, come in catalessi” – ecco la testimonianza diretta della donna di Camisano Vicentino di 53 anni aggredita la scorsa notte tra Campo Marzo e viale Eretenio da un giovane che l’ha bloccata mentre saliva in macchina e le ha puntato addosso una siringa, minacciandola. Si è fatto consegnare 10 euro e se n’è andato. TViweb l’ha intervistata in esclusiva per farsi raccontare l’accaduto: “Ieri sera alle 21 sono andata da mia figlia che abita in centro – racconta la donna dalla sua casa di Camisano, ancora scossa per l’accaduto – verso le 22 sono tornata dove avevo parcheggiato la mia auto, alla fine di Campo Marzo, in viale Eretenio. Ero sola, pioveva leggermente. Avevo con me un ombrello. E, in un gesto forse premonitore, tenevo in mano il mio telefono cellulare, con pronti all’uso i numeri di mio marito e di mia figlia”. La donna, arrivata alla macchina, posa il cellulare e apre l’auto, mentre chiude l’ombrello: “E’ in quel momento che ho sentito una presenza dietro di me, mi sono girata e mi sono ritrovata una persona davanti, un ragazzo, italiano, sui 30 anni”. L’aggressore comincia a ripetere, senza mai fermarsi: “Mi dia 10 euro”. La donna, impaurita, risponde che è suo solito non fare mai l’elemosina e a quel punto, sale in macchina e tenta di chiudere la portiera dell’auto: “Ma quel ragazzo mi ha spinto dentro la macchina e ha tenuto la porta aperta ed è a quel punto che mi ha mostrato qualcosa e l’ha puntata verso di me. Per un attimo ho pensato a dello spray – racconta la donna – poi ho messo a fuoco: era una siringa e l’aveva puntata verso di me, continuando a ripetermi “O mi dà 10 euro o la pungo”. A quel punto, terrorizzata, la signora decide di prendere la sua borsa e di dare i 10 euro all’aggressore: “E lui se n’è andato, subito, di corsa, senza dire altro. Solo a quel punto ho realizzato che probabilmente voleva i soldi per la droga”. Ancora sotto shock, ma al sicuro nell’abitacolo della sua auto, la signora ha poi chiamato la figlia e, giunta a casa, dopo averne parlato col marito, ha chiamato i Carabinieri per fare denuncia: “Condivido ciò che anche i Carabinieri mi hanno detto: ogni piccolo caso di aggressione, va sempre denunciato”.

——-

I Carabinieri della Stazione di Torri di Quartesolo, nel corso della notte, sono intervenuti a Camisano Vicentino presso l’abitazione di una 53enne che aveva segnalato al 112 di essere stata rapinata, qualche ora prima, in viale Eretenio del capoluogo. I militari, nella circostanza, apprendevano che la parte lesa mentre stava raggiungendo la propria autovettura veniva avvicinata da uno sconosciuto che, minacciandola con una siringa, le intimava di consegnare il danaro nella sua disponibilità, corrispondente ad € 10,00 per poi dileguarsi a piedi nelle vie adiacenti. La vittima solo una volta giunta a casa segnalava l’accaduto. Le indagini dei Carabinieri della Stazione di Vicenza e della Sezione Operativa sono state avviate per risalire all’autore del crimine.

Per le notizie dall'Est Vicentino iscriviti al gruppo Facebook TORRI - CAMISANO - GRISIGNANO - EST VICENTINO NOTIZIE Per essere aggiornato con Tviweb entra nel GRUPPO FACEBOOK TVIWEB - NOTIZIE VICENZA E PROVINCIA (Clicca qui)
CHECKPOINT
AIM
AIM TREV
OASIREJUVE
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

CHECKPOINT
AIM TREV
AIM TREV
OASIREJUVE
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti