6 Agosto 2019 - 17.49

Veneto- Donazzan, Di Maio impari dal nostro modello

Oggi davanti al Ministero dello Sviluppo Economico Fratelli d’Italia ha organizzato un flash mob dal titolo “La crisi non va in vacanza“, alla presenza della Presidente Giorgia Meloni, di numerosi Deputati e Senatori e coordinata da Elena Donazzan, Assessore Regionale al lavoro del Veneto e responsabile nazionale lavoro e crisi aziendali del partito, dal Sen. Adolfo Urso, responsabile imprese e mondi produttivi, e dall’On. Giovanni Donzelli, responsabile del del dipartimento organizzazione.

È evidente lo stallo in cui versa il Ministero dello Sviluppo Economico, soggetto strategico nella gestione delle crisi aziendali. Il Ministero è diventato un pronto soccorso: tratta di emergenze senza avere la capacità di risolverne alcuna. La cura palliativa è quasi sempre l’ammortizzatore sociale: mai una reale reindistrualizzazione, un vero rilancio, un accompagnamento delle imprese in difficoltà verso la ricerca di nuovi sbocchi o di nuovi investitori” afferma Elena Donazzan, responsabile nazionale lavoro e crisi aziendali di Fratelli d’Italia, “con i soli ammortizzatori sociali si prolunga l’agonia, quando andrebbero invece pensati per difendere il patrimonio rappresentato dal capitale umano, ma sempre in un ottica di rilancio industriale”.

Diversa invece la ricetta proposta da Fratelli d’Italia, che ha deciso di porre la massima attenzione sui temi economici perché prioritari per l’Italia e per il suo sviluppo: un sistema coordinato con le Regioni e le parti sociali, per una gestione omogenea delle crisi d’impresa nel territorio nazionale ed un forte collegamento tra politiche attive e passive, perché le crisi vanno intercettate sul territorio per prevenire e non lasciar incancrenire il problema, e vanno accompagnate con strumenti che non possono limitarsi agli ammortizzatori sociali come purtroppo ci ha abituato questo governo” continua Donazzan, “il modello Veneto di gestione delle crisi aziendali ha dimostrato la sua efficacia: auspico che in un futuro non distante si possa riorganizzare un sistema della gestione delle crisi a partire proprio dalla nostra esperienza. Vanno ripensati gli strumenti di attrazione degli investimenti e soprattutto va fatta una riflessione sulla penuria delle risorse destinate alle Regioni del nord per i Contratti di Sviluppo: molti sarebbero gli investitori ma il Governo non ha rifinanziato lo strumento dei Contratti di Sviluppo, fondamentale per una reindustrializzazione o il rilancio di una impresa”.

Fratelli d’Italia può diventare la voce politica delle imprese e dei territori, in particolare del nord più dinamico” ha concluso infine Elena Donazzan.

OASIREJUVE
TEATRO
ADC
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

OASIREJUVE
TEATRO
ADC
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti