9 Luglio 2020 - 12.17

VALLI AGNO-CHIAMPO – Due arresti e due denunce in poche ore

Per restare aggiornato iscriviti al gruppo Facebook: ARZIGNANO-MONTECCHIO OVEST VICENTINO NOTIZIE Per essere aggiornato con Tviweb entra nel GRUPPO FACEBOOK TVIWEB - NOTIZIE VICENZA E PROVINCIA (Clicca qui)

I dettagli di alcune operazioni dei carabinieri della Compagnia di Valdagno e della Polizia Locale Consorzio Valle Agno sono stati presentati stamane nel corso di una conferenza stampa nella sede del Comando Provinciale dell’arma in via Muggia a Vicenza. Presenti il Maggiore Mauro Maronese, comandante della Compagnia di Valdagno e Lisa Peserico, agente scelto del Consorzio di Polizia Locale Valle Agno.

Tre gli episodi che riguardano San Pietro Mussolino, Recoaro e Valdagno.

Il primo portato a termine dai militari delle Stazioni Carabinieri di Recoaro Terme e Crespadoro, anche grazie alla fattiva collaborazione e alle segnalazioni dei cittadini. In due attività distinte sono stati individuati la sera di martedì 7 luglio, rispettivamente in Recoaro Terme e San Pietro
Mussolino, due soggetti residenti fuori territorio, con precedenti penali per reati contro il patrimonio, i quali circolavano a bordo dei loro autoveicoli con oggetti da scasso e armi da taglio. Entrambi italiani e pregiudicati T.R, quarantaquattrenne (di Orgiano) e N.P. ventiquattrenne (di Nogarole Vicentino), sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria, e gli arnesi da scasso sequestrati.

Diversamente è andata per GRANITO Tommaso Antonio, cinquantenne, residente a Valdagno (Vicenza). L’uomo, colpito da ordine di carcerazione, emesso a seguito della condanna per insolvenza fraudolenta continuata è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Valdagno mercoledì mattina e condotto in carcere a Vicenza, ove dovrà scontare la pena di sei mesi di reclusione.

Una collaborazione con la Polizia Locale del consorzio “Valle Agno” ha permesso di sviluppare un’attività di indagine antidroga che ha portato all’arresto di C. M. quarantaduenne valdagnese, disoccupato, con precedenti per stupefacenti.

L’uomo è stato scoperto grazie al personale della Polizia Locale, nell’ambito della propria attività amministrativa, che aveva modo di recarsi nella sua abitazione per alcune notifiche. Nella circostanza l’agente scelto Lisa Peserico (vedi intervista video) ha notato un comportamento nervoso del 42enne, il quale usciva dall’appartamento e firmava gli atti sull’uscio di casa. L’agente ha comunque sentito l’odore di marijuana, provenire dall’appartamento. Il comandante della Polizia Locale Daniele Vani, ha informato della circostanza il nucleo operativo della Compagnia di Valdagno che, dopo alcuni appostamenti con gli agenti di Polizia Locale ha proceduto alla perquisizione dell’appartamento.

I riscontri hanno confermato il buon fiuto dell’agente, perché C.M. aveva allestito una piccola coltivazione “Indoor”, realizzando una piccola serra con un armadio in tela, lampade, ventilatori, irrigatori e fertilizzanti. Al momento della perquisizione, nella serra casalinga vi erano due piantine, mentre in vasetti in vetro erano confezionati 70 grammi di marijuana già essiccata e pronta per la consumazione o vendita.

Oltre allo stupefacente, alla serra, alla strumentazione e ai fertilizzanti, sono stati sequestrati anche materiali per il confezionamento e 250 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività illecita di spaccio. Su disposizione della Autorità Giudiziaria Vicentina C.M. è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida da parte del Gip del Tribunale.

Per restare aggiornato iscriviti al gruppo Facebook: ARZIGNANO-MONTECCHIO OVEST VICENTINO NOTIZIE Per essere aggiornato con Tviweb entra nel GRUPPO FACEBOOK TVIWEB - NOTIZIE VICENZA E PROVINCIA (Clicca qui)
CHECKPOINT
AIM
AIM TREV
OASIREJUVE
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

CHECKPOINT
AIM TREV
AIM TREV
OASIREJUVE
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti