5 Dicembre 2019 - 16.56

Tentano di svaligiare un bar sfondando la vetrina e armati di pistola

Per restare aggiornati sulle notizie di Schio e dell'Alto Vicentino iscriviti alla pagina SCHIO – THIENE – BASSA-NO - ALTO VICENTINO NEWS

Questa notte i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Thiene hanno arrestato in flagranza di reato Alexandru Morosan, 32enne di origine romena, senza fissa dimora.

L’uomo, assieme ad un complice in via di identificazione, aveva preso di mira un bar di Thiene per mettere a segno il colpo e fare razzia.

Intorno all’una di questa notte, dopo aver sfondato il vetro della porta d’ingresso i due  si sono introdotti, subito dopo l’orario di chiusura, nel bar “Roberta” di via Lampertico, gestito da una cittadina orientale, arraffando oltre duecento pacchetti di sigarette del valore di oltre 1.000 euro, 50 accendini, un computer portatile, due decoder per TV, uno smartphone  e circa 200 euro in moneta contante di vario taglio sottratti dalle casse.

Nel frattempo la titolare che si trovava negli alloggi sottostanti dopo aver terminato la sua giornata lavorativa, sentiva dei forti rumori provenire dal bar e, molto spaventata, avendo intuito cosa stava accadendo, si è chiusa in una stanza al piano interrato assieme ad altre collaboratrici  e ha chiamato il 112.

L’immediato intervento coordinato dei militari  del Nucleo Operativo Radiomobile di Thiene e di altre pattuglie di rinforzo della Compagnia di Thiene e di Malo, già impegnate nei servizi di vigilanza sul territorio, arrivati sul posto, hanno trovato i due malfattori ancora intenti a svaligiare il bar mentre accantonavano all’esterno la merce appena trafugata.

Alexandru, colto nella flagranza del furto aggravato è stato bloccato, arrestato e identificato, mentre il suo complice, armato di pistola, rimasto ancora all’interno dei locali di pertinenza, riusciva comunque a scappare, dopo aver sfondato un’altra vetrata, situata nel seminterrato dove si erano appena rifugiate le stesse bariste le quali, fortunatamente, non hanno incrociato il fuggitivo armato.

Una volta recuperata tutta la refurtiva, poi restituita alla legittima proprietaria, il professionista del crimine, dopo aver trascorso la notte presso le camere di sicurezza della Compagnia di Thiene, alle 13:30 di oggi è comparso davanti al Tribunale di Vicenza per il rito direttissimo e condannato a 2 anni e 3 mesi di reclusione e 800 euro di  multa.

Per restare aggiornati sulle notizie di Schio e dell'Alto Vicentino iscriviti alla pagina SCHIO – THIENE – BASSA-NO - ALTO VICENTINO NEWS
CHECKPOINT
AIM
AIM TREV
OASIREJUVE
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

CHECKPOINT
AIM TREV
AIM TREV
OASIREJUVE
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti