9 Giugno 2020 - 16.30

Marijuana a fiumi per universitari e ragazzini in città e provincia: sgominata organizzazione criminale, 10 arresti

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA

La guardia di finanza di Vicenza ha arrestato 10 persone perlopiù di nazionalità serba nell’ambito di un’operazione antidroga chiamata “Erba del campo”: la banda riforniva universitari e ragazzini di marijuana nelle zone vicentine maggiormente frequentate dai giovani.

GLI ARRESTATI

In particolare, sono stati raggiunti da misure di custodia cautelare in carcere Ivan Tasic, 42enne di Altavilla Vicentina, Miro Petkovic , 29 anni di Vicenza, Nikola Vuckovic , 22enne di Altavilla e Pero Milojevic, 52 enne di Altavilla ma già in carcere, Neaga Andreea Vasilica, 31enne rumena di Altavilla e l’italiano Nicolas Ippino, 23 enne residente a Caldogno. Mentre agli arresti domiciliari sono finiti Sranoje Savic , 54enne di Schiavon che era già in carcere, Matteo Milani 25 enne di Padova, Matteo Conforto, 48enne di Monticello C.O. Infine, N.N. 24enne di Altavilla è risultato irreperibile.

L’ORGANIZZAZIONE

L’organizzazione criminale era composta per la maggior parte da soggetti di nazionalità serba, che gestiva un traffico “all’ingrosso” di elevati quantitativi di stupefacente trasportati dalla Spagna all’Italia, tramite tir , attraverso il valico di Ventimiglia (IM). Una volta usciti al casello autostradale di Montecchio Maggiore, i camion scaricavano la droga nel territorio vicentino e gli indagati, dopo averlo stoccato all’interno di box e garage, provvedevano a rivenderlo, a chili, a numerosi altri soggetti sia nelle aree urbane maggiormente frequentate da universitari e ragazzini della provincia berica che nel territorio di Padova e Venezia.

LE INDAGINI

Nella prima fase delle indagini, il 9 dicembre scorso Tasic era già stato arrestato in flagranza di reato ad Altavilla, poiché trovato in possesso di circa 9,6 chili di marijuana, oltre a 4.000 euro in contanti e materiale per il confezionamento dello stupefacente. Il 9 maggio, inoltre, Milojevic e Savic erano stati arrestati a Montecchio e Creazzo, dopo la perquisizione di due box-garage all’interno dei quali i finanzieri avevano rinvenuto oltre 77,5 chili di “erba”.

Gli indagati hanno gestito, in pratica, dall’ottobre 2019 al giugno 2020, un rilevante traffico di marijuana.

Nel corso dell’operazione sono stati anche sottoposti a sequestro preventivo 3 auto (una BMW serie 420D, una Mercedes GLK 220 e un’Audi A6 3.0, di valore complessivo pari a circa 200.000 euro).

Inoltre, i provvedimenti di perquisizione locale e personale emessi dalla Procura della Repubblica di Vicenza sul conto, nel complesso, di 17 indagati, hanno portato al sequestro di altri 5,5 chili di marijuana e porzioni di piante di cannabis, 22 telefoni cellulari, 7.400 euro in contanti, 3 bilancini di precisione, 1 computer, 20 sim card, materiale per il confezionamento dello stupefacente e vari appunti manoscritti.

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA
CHECKPOINT
AIM
AIM TREV
OASIREJUVE
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

CHECKPOINT
AIM TREV
AIM TREV
OASIREJUVE
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti