13 Giugno 2019 - 14.53

Sorsi d’autore, da vent’anni con stile




Dall’astrofisica Margherita Hack al Premio Nobel per l’Economia Eric Maskin, ma anche Mario Monicelli, Tim Parks e Piero Angela sono alcuni dei personaggi che in vent’anni hanno partecipato a Sorsi d’autore: manifestazione ideata da Fondazione Aida con l’obiettivo di valorizzare l’eccellenza vitivinicola ed enogastronomica regionale attraverso degustazioni e incontri in alcune Ville Venete con selezionati portavoce della nostra cultura.

Per la XX edizione, che si terrà dal 22 giugno sono in programma momenti di confronto con ospiti di eterogeneo background: la conduttrice Andrea Delogu, il drammaturgo Stefano Massini, il Premio Campiello Rosella Postorino, i giornalisti Domenico Iannacone e Ferruccio De Bortoli.
Moderano gli incontri Luca Telese e Cinzia Tani.

 

“Sorsi d’Autore – spiega Meri Malaguti, direttore Fondazione Aida – nasce come un progetto di abbinamento vino e cultura, un format consolidato di valorizzazione dei migliori prodotti vitivinicoli della regione che ogni anno selezioniamo con Ais Veneto. I produttori hanno la possibilità di presentare i vini in un contesto privilegiato e informale che storicamente si presta alla produzione agricola. Le Ville Venete nascono infatti per rispondere alle esigenze della Repubblica di Venezia ed è proprio grazie ai patrizi illuminati che il vigneto nel tempo si perfeziona diventando l’eccellenza che riconosciamo oggi. Il binomio vino e cultura degli eventi di Sorsi d’Autore trova valore storico nel patrimonio paesaggistico e artistico di queste dimore, e si conferma nel contributo degli ospiti, noti autori o personaggi che meglio rappresentano uno spaccato della nostra contemporaneità”.

 

Programma:
Il primo appuntamento è in programma sabato 22 giugno a Villa Violini Nogarola a Castel d’Azzano (VR) con Andrea Delogu e Luca Telese. Al timone da cinque anni di Stracult e conduttrice de La versione delle due di Radio Radio2, Andrea presenterà Dove finiscono le parole. Storia semiseria di una dislessica (Rai Libri). Delogu racconta con vivace intelligenza e profonda sincerità la sua vita di dislessica in un paese dove la dislessia è ancora considerata da molti un disturbo sconosciuto.

Con degustazioni di vini delle Aziende Vitivinicole Maeli (nel pomeriggio), Le Albare e del Consorzio Tutela vini Soave e Recioto di Soave (durante l’incontro).

Seguirà a Villa Roberti di Brugine (PD) il 28 giugno alle 21.00 l’incontro con Rosella Postorino, Premio Campiello, e non solo, che presenterà Le assaggiatrici (Feltrinelli Editore).
Ambientato nella Germania nazista, il romanzo è tratto dalla vera storia di Margot Wolk, una delle assaggiatrici di Hitler che, plurinovantenne, svelò al mondo la sua esperienza, fino ad ora taciuta. Postorino letta l’intervista ne fa in pochi anni uno dei romanzi più apprezzati e venduti, non solo in Italia.

Modera l’incontro Cinzia Tani. Con degustazioni di vini Cantina Vignalta.


Si parlerà di narrazione a teatro e narrazione in TV il 6 luglio a Montecchio Maggiore (VI) presso Villa Cordellina Lombardi con Domenico Iannacone, conduttore di Che ci faccio qui RAI3 e Stefano Massini, romanziere, saggista e autore teatrale di fama internazionale. La narrazione per Massini è il grimaldello che lo porta a rintracciare e collegare storie ricreandole dai materiali più diversi, come accade nei suoi popolarissimi interventi televisivi il giovedì sera a Piazzapulita su LA7, nei suoi articoli sul quotidiano “la Repubblica”, nei romanzi, nei saggi e nelle opere per il teatro diffuse in tutto il mondo. Il confronto tra i due sarà moderato da Luca Telese.

Con degustazioni di vini di Cantina Ongaresca.

 

Il quarto appuntamento vede come protagonista una delle firme più note del giornalismo in Italia. E’ stato per due volte direttore del Corriere della Sera ed ex direttore del Il Sole 24 ORE: Ferruccio De Bortoli il 7 Luglio a Palazzo Foscolo di Oderzo (TV), moderato da Luca Telese, presenterà Ci salveremo. Appunti per una riscossa civica (Garzanti), l’analisi di un Paese tra luci e ombre, e qualche ricetta su come uscire dal buio. Perché, come lui stesso scrive, l’Italia “è migliore dell’immagine che proietta il suo governo: ha un grande capitale sociale, un volontariato diffuso, tantissime eccellenze. Questo libro è anche un viaggio nelle virtù, spesso nascoste, dell’Italia, perché una riscossa è possibile, ma dipende da ognuno di noi”.
Con degustazioni Opitergium Vini.

 

Durante gli eventi (tutti alle ore 21.00)sono in programma winetasting a cura dei sommelier di AIS Veneto e degustazioni di una selezione di prodotti locali, tra questi: i formaggi del Consorzio per la Tutela del Formaggio Asiago DOP, salumi De Eustacchio, taralli Fiore Alimentare e Acqua Recoaro.

Completano la manifestazione le iniziative collaterali che consentono di apprezzare le peculiarità storiche e artistiche delle ville: nelle giornate di incontro alle ore 18.00 presso i saloni si prevedono degustazioni di vini di pregio guidate dai produttori e dai sommelier. Segue alle ore 19.00 la visita guidata. Questi eventi sono riservati a un ristretto numero di persone per cui si consiglia la prenotazione (tel 045/8001471 – fondazione@fondazioneaida.it).

Evento off: il 23 giugno alle ore 18.00 è in programma in Villa Badoer di Fratta Polesine (RO) una visita tutta da gustare. Attraverso un tour guidato teatralizzato che avrà come protagonisti alcuni personaggi dell’epoca, il pubblico potrà conoscere la storia della dimora, la genesi delle Ville Venete e il percorso di Andrea Palladio. La performance teatrale culminerà nelle barchesse, luogo dove verrà allestita la degustazione di vini proposti dall’Azienda Agricola Cecchetto Giorgio e buffet dell’Azienda Agricola Galassa.

Se nei primi anni gli incontri di Sorsi d’autore si tenevano principalmente all’interno delle cantine, dal 2010 le Ville Venete diventano la location ufficiale grazie alla collaborazione con IRVV Istituto Regionale Ville Venete e Regione del Veneto Assessorati al Turismo e alla Cultura. Queste dimore hanno infatti avuto storicamente un ruolo fondamentale per l’avvio del processo di specializzazione e crescita economica in terraferma, sono state anche al centro di un progetto di immenso valore artistico, capace di attrarre le maestranze più in voga del tempo, da Palladio a Tintoretto. Gli eventi di Sorsi d’Autore trovano in queste dimore una collocazione ideale contribuendo alla crescita di un turismo culturale disseminato in uno dei giacimenti culturali più estesi al mondo (dal Garda all’Isonzo sono oltre 4.000, ventiquattro Patrimonio Unesco).

TEATRO
ADC
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

TEATRO
ADC
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti