12 Marzo 2019 - 16.38

Sfregiarono cliente in una pizzeria: arrestati due tunisini, un terzo ricercato

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA Per essere aggiornato con Tviweb entra nel GRUPPO FACEBOOK TVIWEB - NOTIZIE VICENZA E PROVINCIA (Clicca qui)

Il sanguinoso episodio risale allo scorso 21 dicembre, quando nella pizzeria Avvenire di via Nicolò Vicentino a Vicenza, tre magrebini aggredirono con efferata violenza un vicentino di 47 anni, sfregiandolo al volto.
La vicenda ed i recenti arresti sono stati spiegati stamane in conferenza stampa dal dirigente della Squadra Mobile di Vicenza, Davide Corazzini e dall’ispettore superiore Antonello Bettini, a capo della sezione antidroga.

All’origine dell’aggressione vi era stata, dieci minuti prima, una discussione fra il 47enne e uno dei tre. L’uomo sarebbe intervenuto per sedare un violento diverbio fra un tunisino e la sua fidanzata italiana, dipendente della pizzeria.

La discussione fra i due si era esaurita in poco tempo e sembrava che la questione fosse risolta. Ma dopo una decina di minuti, il tunisino era tornato con due connazionali, domiciliati in zona, e aveva aggredito il 47enne alle spalle. I tre lo presero a calci e pugni e uno degli aggressori estrasse uno strumento da taglio colpendo il 47enne sulla mano e all’altezza del collo provocando alla vittima un taglio che partiva dal lato destro della mandibola fino all’orecchio sinistro.

Una ferita che che avrebbe potuto ucciderlo se fosse stata recisa la giugulare. La vittima fu sottoposta ad un delicato intervento e la prognosi fu di 60 giorni. I tre dopo l’aggressione si dileguarono.
Sul posto intervennero le volanti della Polizia di Stato con con personale della polizia scientifica e la squadra mobile e da lì iniziò un’indagine condotta dalla sezione antidroga della squadra mobile di Vicenza coordinata dall’ispettore superiore Antonello Bettini.
Agli inquirenti apparve subito chiaro che i responsabili, in base alle descrizioni e alle testimonianze, fossero legati al mondo dello spaccio.
Uno dei responsabili venne subito individuato e in seguito gli altri due. Il Pm Serena Chimichi ha deciso di procedere per lesioni aggravate nei confronti di Dhif Ezzallah di 42 anni, tunisino, protagonista della discussione iniziale e fidanzato della dipendente della pizzeria, senza permesso di soggiorno e pregiudicato. Lo stesso per un suo complice, Amri Tarek connazionale 38enne, già condannato per diversi reati e poi espulso dal territorio italiano nel 2017. Era tornato nel nostro Paese. Un terzo complice è ricercato.
La Procura della Repubblica ha richiesto l’arresto dei tre responsabili e il GIP, dott. Gerace ha emesso l’ordinanza custodia cautelare in carcere. La Polizia ha quindi proceduto a rintracciarli. Un’attività non semplice, visto lo status di clandestini senza fissa dimora dei soggetti in questione. Dhif Ezzallah è strato individuato venerdì scorso nei pressi di un palazzo dove è ubicato l’appartamento della fidanzata, nel quartiere di San Pio X.
Per arrestare Amri Tarek è stato necessario un intervento fulmineo degli uomini della mobile coordinati dall’ispettore superiore Bettini, che sono entrati nell’appartamento dove viveva approfittando dell’ingresso di uno degli occupanti. Una perquisizione dell’abitazione ha portato all’invenimento di bustine di cocaina per un totale di 13 grammi e 880 euro in contanti, probabile provento di spaccio. Per questo Tarek è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione cocaina. In passato era stato destinatario di un ordine carcerazione per traffico stupefacenti e doveva scontare una pena di 2 anni e 8 mesi (era stata disposta in quel caso la misura alternativa di espulsione giudiziaria e fu rimpatriato nel 2017 con un volo da milano Malpensa). I capi di accusa sono quindi tre: lesioni aggravate, spaccio e violazione del divieto di reingresso a seguito di espulsione giudiziaria)

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA Per essere aggiornato con Tviweb entra nel GRUPPO FACEBOOK TVIWEB - NOTIZIE VICENZA E PROVINCIA (Clicca qui)
TEATRO
ADC
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

TEATRO
ADC
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti