17 Luglio 2019 - 16.02

Scuola 2 Giugno, conclusa la bonifica del giardino


A settembre i 154 alunni della primaria 2 giugno potranno tornare nella loro scuola, in via dei Cappuccini 35.

Il sindaco Francesco Rucco, gli assessori alla formazione Cristina Tolio e all’ambiente Simona Siotto hanno annunciato oggi la conclusione dei lavori di riqualificazione del giardino della scuola al termine della bonifica ambientale e la riconsegna della scuola alla dirigenza scolastica.

Era presente anche la vice dirigente scolastica Gabriella Gallo e il Comitato genitori.

“Oggi riusciamo finalmente a riconsegnare agli alunni e agli insegnanti la scuola con il giardino riqualificato dopo la bonifica – ha spiegato il sindaco Francesco Rucco -. Un’attività che ha visto impegnati insieme al sottoscritto l’ex assessore Lucio Zoppello con l’assessore Tolio: insieme abbiamo seguito tutti i passaggi per arrivare a risolvere la questione, dialogando sempre con il comitato genitori. Abbiamo tenuto costanti contatti con la ditta riuscendo ad ottenere l’accelerazione necessaria per concludere le attività affinché i bambinipotessero rientrare con il nuovo anno”.

“Comprendendo il disagio per gli alunni, gli insegnanti e il personale della scuola, tengo a sottolineare che il nostro pensiero fisso in questi mesi è stato per la scuola 2 giugno – ha sottolineato l’assessore Tolio -. Mi auguro che il comitato genitori abbia compreso le difficoltà intercorse e l’impegno costante dell’amministrazione per risolvere la questione”.

“Sono qui oggi a raccogliere i frutti di un intervento che ha avuto un percorso travagliato e che grazie al mio predecessore, Lucio Zoppello che ringrazio, al sindaco e all’assessore Tolio si è concluso in modo ottimale – ha concluso l’assessore Siotto -. L’iter procedurale ha previsto l’applicazione alla ditta della penale pari a 26.552 euro, che corrisponde al 10% dell’importo appaltato (265 mila euro), somma con cui è stato rifatto il marciapiede che circonda l’edificio e si affaccia sul giardino, con cui sono state riqualificate le rampe di accesso al giardino per le persone con disabilità e con cui è stato sostituito l’impianto di irrigazione. Restano alcuni lavori residuali: la sistemazione delle grate sulla parete dell’edificio e la collocazione di alcune panchine in plastica riciclata”.

L’articolata vicenda, che ha costretto l’amministrazione a chiedere ad alunni, insegnanti e personale della scuola di trasferirsi temporaneamente nella sede della scuola Giuriolo a Santa Maria Nova, si è infatti finalmente conclusa con l’ultimazione dei lavori il 5 luglio.

Nelle aule di contra’ Santa Maria Nova, com’è noto, studenti e insegnanti sono dovuti rimanere per tutto l’anno scolastico appena concluso, ma da settembre la campanella tornerà a suonare regolarmente in via dei Cappuccini.

Il trasloco era stato necessario per consentire l’esecuzione dei lavori di bonifica e messa in sicurezza permanente del giardino della scuola, con la rimozione dei materiali inerti che vi erano stati rinvenuti, potenzialmente in grado di contaminare il terreno.

I lavori di bonifica

Nel febbraio 2017, in occasione della posa di una condotta del teleriscaldamento a cura di Aim Servizi a rete, nel giardino della scuola erano emersi materiali inerti, risalenti presumibilmente alle attività di tipo industriale e produttivo che interessavano l’area prima della costruzione della scuola (1981).

Nell’agosto 2017 il Comune aveva disposto indagini ambientali, sempre a cura di Aim, per una verifica più approfondita di tali materiali, da cui era emersa la necessità di vietare l’utilizzo del giardino fino alla conclusione dei lavori, a fini precauzionali.

Successive indagini di caratterizzazione ambientale, curate per il Comune dalla ditta Sinergeo Srl di Vicenza, avevano evidenziato la presenza di rischio sanitario per contatto con il suolo superficiale, ed escluso il rischio per inalazione e quello sulla falda.

Nel maggio 2018 la società Golder Associates srl, individuata tramite gara, ha elaborato per l’importo di 37.855,74 euro un progetto di bonifica e messa in sicurezza dell’area, approvato da ARPAV, Provincia di Vicenza e Ulss 8 Berica.

L’intervento, del valore di 301 mila euro, è stato affidato tramite gara al raggruppamento temporaneo d’impresa formato dalla ditta Mastrotto Srl di Brendola e ICA – Consorzio Artigiani Associati che è risultato il miglior offerente con un ribasso del 12%, per un totale di 265 mila euro.

Complessivamente i lavori di progettazione e bonifica ammontano a 400 mila euro: 200 mila euro sono finanziati attraverso la Cassa depositi e prestiti, altri 200 mila a seguito dell’assegnazione del Fondo di rotazione regionale.

I lavori, consegnati il 3 dicembre 2018, hanno comportato la rimozione e lo smaltimento di uno strato di terreno superficiale di spessore pari a 50 centimetri, con successivo ripristino del verde. Particolare cura è stata posta nella salvaguardia dei numerosi alberi esistenti, anche perimetrando e proteggendo le radici durante le attività di scavo.

Utilizzando il ribasso di gara sono stati eseguiti anche lavori aggiuntivi di riqualificazione della scuola: è stato rifatto il marciapiede perimetrale dell’edificio, sono state messe a norma le rampe per le persone con disabilità ed è stato sostituito l’impianto di irrigazione.

MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
TEATRO
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
TEATRO
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti