19 Dicembre 2019 - 15.08

Rivoluzione Francese

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA

In Italia hanno portato via il futuro di migliaia di giovani e meno giovani con la riforma Fornero ma nessuno ha fatto nulla, mentre in Francia solo un’ipotesi di riforma sta bloccando da più di dieci giorni l’intero Paese.

Un intero Paese che protesta contro la riforma che ha come obiettivo di portare gradualmente l’età pensionabile a 64 anni. Tra i punti cardini ci sono la fine dei regimi fiscali, sistema universale con dei punti indicizzati sui salari, e l’elevazione dell’età del pensionamento.

Se pensiamo al nostro sistema pensionistico molto più penalizzante, verrebbe quasi da essere invidiosi solo a pensare che in Francia la pensione minima garantita sarà di mille euro. C’est la vie.

Hanno il coraggio di fare una rivoluzione per molto meno di quanto previsto dalla legge Fornero. Hanno il coraggio di scendere in piazza per far valere le proprie idee contro burocrati, che per mantenere i propri privilegi ed oscurare le proprie incapacità, chiedono in continuazione sacrifici alla gente comune.

In comune i sistemi pensionistici italiano e francese hanno l’importante disavanzo. Per capire come stanno le cose basta ricordare che nel 2018 la previdenza francese ha avuto un deficit di quasi 3 miliardi di euro, contro i quasi 8 miliardi dell’INPS.

L’attuale sistema pensionistico francese è retributivo, sostanzialmente le pensioni vengono pagate da chi sta lavorando. La volontà del governo transalpino è quella di creare un sistema universale capace di rimuovere determinati regimi speciali ( quasi 42 quelli attualmente esistenti), per armonizzare l’intera rete previdenziale, rimanendo coerenti al fatto comunque che la Francia è forse il Paese d’Europa dove si va in pensione prima e meglio.

I sindacati di contro per il momento non sentono ragioni, vogliono far tornare il governo sui propri passi, dichiarano di voler inasprire lo sciopero attraverso una nuova serie di scioperi generali. Non solo parole ma anche fatti quindi, onore ai francesi capaci di ribellarsi contro i ladri del futuro e tristezza per quanto succede nel nostro bel Paese talmente anestetizzato da rendere incapaci ormai qualsiasi forma di protesta se pur pacifica.

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA
MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
TEATRO
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
TEATRO
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti