21 Gennaio 2020 - 16.49

Resti di scledensi trovati a Mauthausen, il sindaco di Schio: “Verifiche per dare un nome alle vittime”

Per restare aggiornati sulle notizie di Schio e dell'Alto Vicentino iscriviti alla pagina SCHIO – THIENE – BASSA-NO - ALTO VICENTINO NEWS Per essere aggiornato con Tviweb entra nel GRUPPO FACEBOOK TVIWEB - NOTIZIE VICENZA E PROVINCIA (Clicca qui)

L’Amministrazione Comunale di Schio, appresa dalla stampa la notizia che alcuni dei resti rinvenuti in una fossa comune nel campo di sterminio di Gusen (sottocampo di Mauthausen) potrebbero essere forse riconducibili ad alcuni degli scledensi lì deportati, ha diffuso un comunicato a nome del Sincaco, Valter Orsi. “La notizia -scrive- giunge proprio in concomitanza con la GIORNATA DELLA MEMORIA a ricordarci quanti perirono a causa di una ideologia fanatica e inumana. L’Amministrazione si è attivata per verificare, tramite il Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti, se sia possibile dare un nome a questi resti. Pur consapevoli che ciò sarà estremamente difficile – l’identificazione sarebbe possibile solo tramite DNA dato che si tratta di resti privi di piastrina di riconoscimento (i deportati scledensi non erano militari) – resta comunque doveroso rendere onore a queste vittime della barbarie. Nell’occasione, l’amministrazione comunale ricorda alla cittadinanza che Sabato 25 gennaio, al Teatro Civico di Schio, sarà presente uno dei pochi sopravvissuti ai campi di sterminio, il cittadino israeliano di origine lituana Daniel Chanoch”

Per restare aggiornati sulle notizie di Schio e dell'Alto Vicentino iscriviti alla pagina SCHIO – THIENE – BASSA-NO - ALTO VICENTINO NEWS Per essere aggiornato con Tviweb entra nel GRUPPO FACEBOOK TVIWEB - NOTIZIE VICENZA E PROVINCIA (Clicca qui)
MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
TEATRO
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
TEATRO
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti