2 Maggio 2019 - 10.21

Re Mida Briatore

Può piacere oppure no, ma difficile discutere Flavio Briatore come imprenditore. Nato il 12 aprile del 1950 a Verzuolo in provincia di Cuneo, è uno degli imprenditori italiani più noti nel mondo, grazie alle sue intuizioni commerciali tali da renderlo ricco, a volte anche invidiato, mai banale.

Una fortuna per certi versi creata dal nulla, o meglio creata dalla sua caparbietà e voglia di emergere. Il padre era insegnante di scuola elementare, e lo stesso Briatore, non era una cima, bocciato in quinta elementare e per ben due volte più tardi all’istituto per geometri, scelto come da sua stessa ammissione, non per convinzione ma per comodità in quanto considerato come indirizzo scolastico più semplice.

Gli insuccessi scolastici sono stati diametralmente opposti ai successi nella sua lunga carriera manageriale. Un impero creato da zero ed idee chiare fin da piccolissimo.

Manager agli inizi di diverse scuderie di F1 come la Benetton e la Renault, talent scout di giovani piloti emergenti come Marc Webber, Jarno Trulli, Giancarlo Fisichella, Alex Wurz, Fernando Alonso e Michael Schumacher, la notorietà è diventata importante quando iniziò ad aprire locali dediti prevalentemente alla vita notturna creando nel contempo dei brand capaci di essere riconosciuti in tutto il mondo come ad esempio il Billionaire ed il Twiga Beach Club, non semplici locali ma marchi capaci di fatturare milioni di euro ogni anno.

Non solo locali notturni sparsi nelle zone più belle del continente, ma anche strutture ricettive di livello lussuoso come ad esempio il suo celebre resort in Kenya, il Lion in the Sun di Malindi, un piccolo angolo di paradiso in terra, unico per tranquillità e relax.

Per non farsi mancare nulla, vi fu anche la Presidenza di un club calcistico Inglese, il QPR, riuscendo a riportarlo in Premier League.

Briatore incarnazione del desiderio italiano dove il proletario diventa ricco e famoso, grazie all’intraprendenza alla furbizia ed alla sagacia, uomo stimato da alcuni e criticato da altri, spesse volte al centro di gossip, mai banale ed in possesso di una dote speciale, l’intuizione commerciale, che gli ha permesso di ottenere successi in tutti i campi in cui si è cimentato.

TEATRO
ADC
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

TEATRO
ADC
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti