16 Gennaio 2020 - 14.24

Oltre 90 allevatori veneti domani a San Pietro per Sant’Antonio Abate

Per essere aggiornato sulle notizie del Veneto iscriviti al gruppo Facebook: VENETO NOTIZIE

“La cura dell’ambiente e del territorio, l’attenzione sempre crescente verso il benessere degli animali che alleviamo ed il senso del rispetto verso le persone, soprattutto di chi lavora con grande fatica nei campi e nelle stalle sono i nostri principali messaggi. Siamo i custodi del Creato e non lo diciamo con arroganza, ma con l’umiltà di chi vive tra gli animali e riconosce alla terra uno straordinario valore. Sentiamo fortemente questa responsabilità, e non solo: sappiamo che il nostro lavoro dà continuità ai sacrifici fatti dalle nostre famiglie e spesso è l’eredità che lasciamo ai nostri figli, a tanti giovani”. Con queste parole il presidente dell’Associazione Regionale Allevatori del Veneto, Floriano De Franceschi, annuncia l’importante partecipazione veneta, domani venerdì 17 gennaio a Roma, in occasione di Sant’Antonio Abate, patrono degli animali.Gli animali della tradizione contadina verranno portati nelle piazze dei paesi e davanti alle chiese per ricevere la benedizione. Ma l’evento clou sarà a Roma ed ogni anno viene organizzato dagli allevatori di Aia che conducono in Piazza San Pietro maiali, mucche, asini, pecore, capre, cavalli, galline e conigli delle razze più rare e curiose, “salvate dal rischio di estinzione”.

Il programma della mattinata prevede diversi momenti. Già dalle prime ore della mattinata di venerdì 17 gennaio 2020, in Piazza Pio XII, di fronte al celebre Colonnato del Bernini, verrà allestita la “Stalla sotto il cielo” curata da Aia e dalle associate territoriali, all’interno della quale i partecipanti potranno ammirare una rappresentanza degli animali di interesse zootecnico presenti negli allevamenti italiani. Ci saranno bovini, equini, ovini e caprini, conigli ed avicoli (galli, galline ed oche) e, naturalmente, qualche maialino, poiché com’è noto il “porcello” è una delle figure nell’iconografia da sempre presenti nelle rappresentazioni votive di Sant’Antonio Abate, siano esse statue, immagini poste a protezione delle stalle e delle attrezzature, o nei “santini”.

Alle 10.30 la funzione liturgica all’interno della Basilica Vaticana, sarà officiata da Sua Eminenza Cardinal Angelo Comastri, vicario di Sua Santità Papa Francesco, che al termine della celebrazione assisterà alla conclusione della sfilata a cavallo lungo Via della Conciliazione, per poi impartire la benedizione ad uomini ed animali radunati in Piazza Pio XII; chiusura della giornata con le note della Fanfara del Reggimento Lancieri di Montebello, che assieme alle rappresentanze dei Reparti a Cavallo delle Forze Armate concluderà la manifestazione.

“Il nostro ‘testamento’ nei confronti delle giovani generazioni – conclude De Franceschi – è fatto anche di conservazione, di una ricchissima biodiversità animale, di produzioni salubri e di qualità, di garanzie di rispetto dell’ambiente e del bestiame. Questi valori sono per noi fondanti e siamo orgogliosi di poterli condividere, non solo in questa giornata, ma ogni giorno della nostra vita di lavoro al servizio della collettività”.

Per essere aggiornato sulle notizie del Veneto iscriviti al gruppo Facebook: VENETO NOTIZIE
CHECKPOINT
AIM
AIM TREV
OASIREJUVE
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

CHECKPOINT
AIM TREV
AIM TREV
OASIREJUVE
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti