25 Febbraio 2020 - 17.52

Nuovo impianto di filtrazione presso centrale idrica “Natta” di Montecchio Maggiore

Per restare aggiornato iscriviti al gruppo Facebook: ARZIGNANO-MONTECCHIO OVEST VICENTINO NOTIZIE

Il lavoro messo in atto al centro idrico Natta di Montecchio Maggiore rappresenta una tempestiva risposta alle necessità di minimizzare la concentrazione di sostanze perfluoro alchiliche (PFAS) nell’acqua potabile erogata dalle reti di distribuzione di Montecchio Maggiore e Brendola a seguito di quanto disposto dalle DGRV 1590 e 1591/2017, i  provvedimenti della Giunta Regionale che davano l’obiettivo PFAS zero su tutto il territorio del Veneto.

Acque del Chiampo, in sintonia con l’indirizzo dell’Ente superiore e con i comuni soci, ha predisposto un progetto di fattibilità tecnico ed economica per la realizzazione di una centrale di filtrazione a carboni attivi presso il centro idrico “Natta” per un importo complessivo di 600.000 euro. Il progetto è stato approvato in data 29/11/2017 dal Comitato Istituzionale del Consiglio di Bacino, ancorchè non previsto nel vigente Piano d’Ambito. In data 06/12/2017, la Regione Veneto ha comunicato la disponibilità nell’erogare un contributo pari a 270.000 Euro a favore di Acque del Chiampo per la realizzazione del nuovo impianto di filtrazione.

Acque del Chiampo ha inserito nella propria programmazione (budget 2018-2020) i rimanenti fondi necessari alla progettazione e realizzazione dell’intervento, che consente di erogare acqua “zero PFAS” a circa 17.000 abitanti residenti nei Comuni di Montecchio Maggiore e Brendola.

Per poter realizzare e rendere funzionante l’impianto di filtrazione, composto da n.6 filtri a carboni attivi di diametro pari a 2500 mm ed altezza pari a circa 4800

mm, il progetto prevede una serie di lavori che comprendono la demolizione di alcuni manufatti esistenti, la realizzazione di opere in cemento armato e di impianti elettrici, elettromeccanici e di automazione, oltre alle necessarie connessioni idrauliche con le reti esistenti e a lavori di finitura esterne.

La consegna dei lavori è stata sottoscritta in data 08/04/2019.

Conclusa la realizzazione dell’impianto di filtrazione, il centro è entrato in funzione a gennaio 2020, ed ora sono previsti ulteriori lavori per la manutenzione straordinaria del serbatoio di accumulo, che si concluderanno entro la prima metà dell’anno.

“Si tratta di un altro intervento volto alla lotta alla presenza dei PFAS nella nostra area” – dichiara il Consigliere Delegato di Acque del Chiampo, Andrea Pellizzari – “in ossequio agli indirizzi che l’assemblea dei soci aveva approvato come indicazione ed obiettivo all’attuale Consiglio di Amministrazione”.

“Ringraziamo Acque del Chiampo” – aggiunge il Sindaco di Montecchio Maggiore, Gianfranco Trapula, – “per questo intervento che va a migliorare ulterirormente la qualità dell’acqua. Quella erogata a Montecchio Maggiore ha sempre rispettato i limiti più restrittivi di PFAS, ma è giusto lavorare tutti insieme per l’obiettivo della concentrazione pari a zero”

Per restare aggiornato iscriviti al gruppo Facebook: ARZIGNANO-MONTECCHIO OVEST VICENTINO NOTIZIE
CHECKPOINT
AIM
AIM TREV
OASIREJUVE
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

CHECKPOINT
AIM TREV
AIM TREV
OASIREJUVE
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti