7 Luglio 2020 - 17.59

Noventa Vicentina, il Sindaco Veronese risponde alle illazioni

Per restare aggiornato sulle notizie dell'Area Berica e Basso Vicentino aderisci al gruppo Facebook: SEI DEL BASSO VICENTINO SE...

Il Sindaco di Noventa Vicentina Mattia Veronese interviene a mezzo stampa dopo le accuse lanciate dall’opposizione noventana “Noventa Attiva” sulla sua partecipazione alla cena di Gambellara alla quale era presente l’ormai noto Paziente 1 vicentino.

“Con sconcerto e indignazione apprendo dai giornali che alcuni esponenti della lista di minoranza “Noventa Attiva” accuserebbero il sottoscritto di comportamento irresponsabile a seguito della quarantena alla quale mi sono sottoposto subito dopo aver ricevuto comunicazione dall’Ulss. Sono accuse false e pretestuose, atteso che ho agito con correttezza nel rispetto delle procedure e dal 2 luglio non sono più uscito di casa, che vorrebbero dipingermi per la persona che non sono con l’unico obiettivo di screditarmi agli occhi dei miei cittadini. Da giorni sui social “Noventa Attiva” fomenta la polemica su quella cena a cui avrei partecipato con un centinaio di persone a Gambellara l’altro sabato. Ho già specificato a più riprese che quella è stata una cena in cui tutte le misure di distanza e precauzione erano state prese.Non è certo colpa mia se a quella cena c’era un signore poi risultato positivo al Covid, con il quale, tra l’altro, non ho avuto contatti ravvicinati. La vicenda è emersa in tutte le sue sfaccettature solo alcuni giorni dopo. Pur essendo sicuro della mia condotta non ho esitato a richiedere il tampone e da giovedì pomeriggio 2 luglio sono in isolamento fiduciario. Trovo disgustoso e vergognoso che un gruppo politico da giorni fomenti sui social accuse verso la mia persona addirittura ora arrivando a mettere il sospetto che il sottoscritto non stia seguendo la quarantena. Ho saputo che alcuni esponenti della lista “Noventa Attiva” sono andati in giro per il paese a chiedere a baristi e negozianti cose sul mio conto, magari mettendo insieme elementi confusi per imbastire una notizia falsa dal sapore amaro della calunnia. E nonostante abbiano saputo che non sono stato visto da nessuno dopo l’inizio della quarantena (sfido chiunque a dire il contrario!), scrivono e diffondono notizie secondo cui io non mi starei attenendo alle regole.  Contemporaneamente a questo comportamento da caccia alle streghe e da Santa Inquisizione, ricevo dal consigliere  di minoranza Romagna messaggi in cui mi si chiede collaborazione sui vari temi sociali e addirittura un incontro riservato tra noi. Si pensi che l’ultimo messaggio di richiesta incontro (che ho, ovviamente, declinato) l’ho ricevuto proprio sabato 4 luglio sera, quando il Consigliere è benissimo a conoscenza che sono in quarantena.Come si può razionalmente chiedere un incontro dal vivo ad un soggetto in auto-isolamento e nello stesso tempo attaccarlo per condotta irresponsabile? Questo la dice lunga sul reale obiettivo, meramente politico, dell’azione di Noventa Attiva, in barba, questa volta sì, alle prescrizioni sanitarie.In pubblico e nei social hanno un comportamento, in privato le stesse persone ne hanno un altro. È questo il modo di far politica? Se non è malafede questa…Ad ogni modo, per difendere la mia onorabilità e la mia immagine sto valutando l’opportunità di presentare un esposto contro chi tenta in modo subdolo di attaccare la mia persona”.

Per restare aggiornato sulle notizie dell'Area Berica e Basso Vicentino aderisci al gruppo Facebook: SEI DEL BASSO VICENTINO SE...
CHECKPOINT
AIM
AIM TREV
OASIREJUVE
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

CHECKPOINT
AIM TREV
AIM TREV
OASIREJUVE
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti