2 Febbraio 2019 - 20.43

MALTEMPO VENETO – Bottacin: “Situazione sotto controllo”

 

“Il maltempo delle ultime ventiquattrore ha causato qualche disagio, soprattutto nel Bellunese, ma la situazione appare sotto controllo anche se precauzionalmente resta attivo il monitoraggio della Sala Operativa del Coordinamento Regionale in Emergenza (Co.R.Em.)”. A dirlo l’assessore alla protezione civile Gianpaolo Bottacin nell’aggiornare i dati relativi al maltempo in Veneto. La provincia di Belluno è stata la più soggetta ad attenzioni viste le abbondanti precipitazioni nevose, che hanno prudenzialmente imposto, a tutela della sicurezza della circolazione, la chiusura al transito ai mezzi con peso complessivo superiore a 3,5 tonnellate sulla SS51 di Alemagna, la SS. 51 bis e la SS. 52 Carnica nel tratto ricadente nella provincia di Belluno. Chiuso il passo Cimabanche della SS. 51 per una slavina nel territorio della provincia di Bolzano.

In relazione alla rete in gestione a Veneto Strade è stata disposta la chiusura al traffico della galleria di Segusino posta tra la S.P. 1 bis “Madonna del Piave” e la S.P. 28 “di Segusino”, e la chiusura per pericolo valanghe di alcuni atti tratti stradali. Problematiche si sono verificate anche per l’acquedotto di Schievenin.

“E’ doveroso ricordare a tutta la popolazione – precisa l’assessore – che a seguito degli eventi dello scorso ottobre, lo scenario di rischio è mutato sia dal punto di vista idrogeologico che dal punto di vista valanghivo. Si prega quindi di porre la massima attenzione e di percorrere la viabilità montana nelle prossime ore con assoluta cautela”. Dopo l’esaurimento della fase più intensa della perturbazione che ha interessato il territorio regionale tra venerdì e sabato, sono infatti previste fino alla mattinata di domenica possibili ulteriori precipitazioni, anche se di minore entità, con limite della neve in calo a 800-1000 metri e localmente anche a quote inferiori.

Viste le precipitazioni occorse e alla luce dei nuovi apporti meteorici previsti, seppur di minore entità, si segnala la possibilità d’innesco di fenomeni franosi superficiali sui versanti specie nelle zone di allertamento di Vene-A, Vene-H.

 

Per queste ragioni il Centro funzionale decentrato ha comunque dichiarato lo

STATO DI ATTENZIONE (da riconfigurare, a livello locale, in FASE OPERATIVA DI PRE-ALLARME O ALLARME a seconda dell’intensità dei fenomeni) dal pomeriggio odierno fino alle 00.00 del 04/02/2019 su zone montane e pedemontane.

 

La Sala Operativa del Coordinamento Regionale in Emergenza (Co.R.Em.) rimarrà attiva fino alle 20.00 del 02/02/2019, salvo il verificarsi di situazioni emergenziali, raggiungibile al Numero Verde 800 990 009. La Protezione Civile Regionale, anche attraverso il proprio Centro Funzionale Decentrato, seguirà l’evoluzione dell’evento e comunicherà tempestivamente ogni eventuale sviluppo.

 

TEATRO
ADC
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

TEATRO
ADC
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti