29 Maggio 2019 - 14.13

Lavoro agile, Donazzan: “Si può fare”

LAVORO AGILE: DONAZZAN, “SI PUÒ FARE, AZIENDE VENETE IN PRIMA FILA” – L’ESEMPIO DELLA FITT SPA DI SANDRIGO

“Nel lavoro ‘agile’, cioè flessibile, a distanza e organizzato su misura, il Veneto può essere apripista. Ci sono molte aziende che hanno innovato modelli organizzativi e strategie di produzione partendo dal basso, cioè dalle esigenze e dai valori espressi dai propri dipendenti e riuscendo così a coniugare meglio tempi di vita e di lavoro”. Questo il messaggio dell’assessore al lavoro della Regione Veneto, Elena Donazzan,  intervenuta oggi alla giornata di formazione e co-progettazione promossa dalla Fitt spa di Sandrigo, nell’ambito della Settimana regionale del lavoro agile.

La Settimana del lavoro agile, prima iniziativa di questo tipo in Italia, ha l’obiettivo di creare una nuova cultura dell’organizzazione del lavoro che tenga conto del benessere della persona e della sua felicità, che spesso è in relazione con la qualità della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

La giornata odierna di formazione continua e di coprogettazione sui modelli organizzativi nell’azienda di Sandrigo guidata da Alessandro Mezzalira  – specializzata nella produzione di materiali termoplastici e che conta 850 dipendenti, 9 siti produttivi e 11 siti logistici in varie nazioni – ha coinvolto i dipendenti e alcune aziende e studi professionali collegati all’impresa vicentina in un laboratorio di progettazione di soluzioni possibili per promuovere, incentivare e gestire il ‘lavoro agile’.

“Plaudo a questo giovane imprenditore che nel passaggio generazionale ha impresso una nuova visione imprenditoriale, spingendo verso nuovi modelli organizzativi a forte partecipazione dei propri collaboratori e dipendenti – ha sottolineato l’assessore al lavoro –  La Fitt di Sandrigo, oltre ad aver adottato nuove strategie produttive ed organizzative di coinvolgimento diretto dei propri dipendenti nelle decisioni aziendali e a valorizzare il co-working e lo smart-working, mette le proprie esperienze a disposizione dei propri partners professionali promuovendo forme di co-progettazione per una più ampia ricaduta sociale”.

Sono una quarantina le aziende che in Veneto hanno aderito alla Settimana del ‘lavoro agile’, con open-day, una trentina di seminari e 12 laboratori di co-working in atto dal 27 al 31 maggio in tutte le province del Veneto, grazie anche al coinvolgimento diretto anche  del mondo dell’Università e della ricerca.

“Obiettivo del calendario di eventi, promosso in questi giorni da Regione, aziende e parti sociali, è sensibilizzare opinione pubblica e i diversi ‘attori’ del mercato del lavoro e dell’organizzazione produttiva che si può “partire dalle cose fatte” – ha affermato Elena Donazzan –  Non c’è messaggio più persuasivo del buon esempio che proviene dalle prassi aziendali già in atto. E il Veneto è pieno di aziende già molto avanti in questo ambito”.

“Lo ‘smart working’ è “innovativo”,  consente la mobilità e al tempo stesso la condivisione di gruppo, aiuta la produttività aziendale e il benessere delle persone, perché fa leva sulla responsabilizzazione individuale e incentiva la “conciliazione” dei tempi di vita e di lavoro.  È, quindi, uno strumento da esplorare con convinzione e da promuovere, non solo tra le grandi aziende ma anche tra le piccole e medie imprese e, soprattutto, nella pubblica amministrazione, dove si continua a guardare con diffidenza a forme flessibili di organizzazione lavorativa”, ha sottolineato l’assessore.

Venerdì l’assessore Donazzan parteciperà all’evento di chiusura della Settimana del lavoro agile a Romano d’Ezzelino, nella sede della Allnex Italy di via Matteo Bianchin 62: l’azienda di resine e vernici, che conta 130 dipendenti e oltre 50 anni di attività, ha iniziato a sperimentare contratti di ‘lavoro agile’ e mette la propria esperienza a servizio di altre realtà aziendali (inizio ore 9).

TEATRO
ADC
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

TEATRO
ADC
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti