10 Febbraio 2021 - 12.12

La battaglia contro lo spreco di Unicomm

Il Gruppo Unicomm ha intrapreso ormai da molti anni la lotta contro lo spreco alimentare: tra le prime società della GDO italiana a mettere in capo una raccolta capillare delle eccedenze alimentari nei suoi punti vendita, l’azienda di Dueville nel 2020 ha deciso di mettere in campo la campagna “Meglio un grande sconto che un grande spreco”.

L’iniziativa consente ai clienti di risparmiare, acquistando prodotti confezionati vicini alla scadenza e perfettamente conservati, mentre per chi frequenta i supermercati nelle fasce serali c’è la possibilità di risolvere il problema della cena portando a casa i prodotti di gastronomia e rosticceria del giorno a costi bassissimi.

“Questo progetto si aggiunge alle altre storiche iniziative di conferimento dei prodotti non vendibili alle Caritas, al Banco Alimentare e ad altre onlus presenti nei territori dove operiamo. In Veneto siamo arrivati alla copertura quasi totale dei nostri punti vendita con la rete della raccolta delle eccedenza, nelle altre Regioni siamo ormai ben oltre il 70% – dichiara Giancarlo Paola, direttore commerciale del Gruppo Unicomm – Con ‘Meglio un grande sconto che un grande spreco’ abbiamo fatto un passo in più in questa direzione, per ridurre ulteriormente la quota di prodotti che non vengono gettati”.

“Alla luce degli ottimi risultati abbiamo deciso di estendere il progetto a partire da quest’anno ad altre insegne del gruppo – prosegue Giancarlo Paola – Ci attendiamo pertanto per il 2021 risultati ì molto superiori a quelli conseguiti nell’anno appena trascorso”.

READY2GO
CHECKPOINT
OASIREJUVE
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
CPV

Potrebbe interessarti anche:

READY2GO
CHECKPOINT
OASIREJUVE
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
Vai alla barra degli strumenti