11 Febbraio 2020 - 18.56

Individuato il vandalo delle auto

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA

Un’operazione congiunta della polizia di Stato e della polizia locale oggi, in poche ore, ha permesso di individuare l’uomo che ha infranto il finestrino di un’auto parcheggiata in contra’ Santa Corona. E’ probabile che si tratti della stessa persona che nei giorni scorsi ha vandalizzato numerose auto in città e in questo senso sono in corso indagini.

Oggi, di prima mattina, un cittadino ha notato che un’auto parcheggiata in contra’ Santa Corona aveva un finestrino infranto e ha informato la polizia locale, la quale, a sua volta, ha rintracciato il proprietario del veicolo per la denuncia.

Nel frattempo nucleo antidegrado della polizia locale e polizia scientifica della questura hanno esaminato le immagini delle telecamere presenti lungo la via, rilevando l’azione del vandalo dalla corporatura e l’abbigliamento ben riconoscibili.

Poco dopo, nel corso di un pattugliamento mirato, il soggetto ripreso dalle telecamere è stato individuato in corso Palladio, fermato e condotto in questura.

L’uomo, foggiano di 36 anni, con precedenti contro il patrimonio, è stato denunciato. Contro di lui è stato inoltre emesso dalla questura il foglio di via obbligatorio dal Comune di Vicenza con divieto di ritorno per tre anni.

“L’individuazione dell’autore di questi gesti vili – dichiara il sindaco Francesco Rucco – dimostra che la città di Vicenza è blindata e che l’attenzione è altissima grazie alla fattiva collaborazione tra la polizia di stato e gli agenti del nucleo antidegrado della polizia locale e la presenza di numerose telecamere installate sul territorio. Esprimo soddisfazione e compiacimento per questa operazione che, nel giro di mezza giornata, ha permesso di fermare questo individuo, e di questo ringrazio il questore di Vicenza e il comandante della polizia locale. E’ molto probabile che l’uomo fermato per il danneggiamento di stamane sia la stessa persona che ha compiuto altri raid in varie zone della città. E’ facile criticare e fare polemiche. Più difficile è lavorare ed organizzare i controlli che, però, spesso danno frutti positivi, per cui le risposte preferiamo darle con i fatti. Dobbiamo continuare su questa strada con impegno, serietà e scrupolo, che sono le qualità emerse dagli agenti che hanno operato in questo come in molti altri casi. Il problema, purtroppo, è che non si riesce a dare la stessa qualità di risposte a livello giuridico, visto che, come insegna questa vicenda, il massimo che si può fare è denunciare il reo ed emettere il foglio di via con divieto di tornare in città per tre anni. Ci vorrebbero invece altri provvedimenti, come il carcere immediato”.

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA
MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti