2 Ottobre 2019 - 12.02

I “Figli Costituenti” approvati dal Consiglio Comunale di Schio

Per restare aggiornati sulle notizie di Schio e dell'Alto Vicentino iscriviti alla pagina SCHIO – THIENE – BASSA-NO - ALTO VICENTINO NEWS

Alla presenza dell’assessore all’Ambiente Alessandro Maculan, i delegati del Comitato locale “Figli Costituenti” hanno presentato ieri alla stampa la campagna di sensibilizzazione per la raccolta di firme per presentare una legge di iniziativa popolare che mira a inserire nella Costituzione italiana i principi di equità generazionale, difesa dell’ambiente e sviluppo sostenibile. Dunque, dai “Padri Costituenti” che produssero la Carta Costituzionale, ai loro “figli” impegnati oggi a far valere diritti che 70 anni fa non potevano essere previsti.
Gli articoli da integrare sono il 2 e il 9 nei quali, come sottolinea Joshua Honeycutt “non andiamo a stravolgere nulla di quelle che furono le intenzioni dei padri, ma solo ad aggiornare la situazione al contesto presente”. Davide Sguazzaro e Mario Barbiero di + Europa, anch’essi nel comitato promotore si sono detti piacevolmente sorpresi dell’adesione di tutte le forze politiche di  Schio alla proposta. Nella recente seduta infatti il Consiglio Comunale di Schio ha appoggiato la mozione all’unanimità, diventando il primo comune della provincia a essersi espresso in questo senso.

Maculan ha ribadito la necessità di muoversi concretamente su temi come questo che richiedono soprattutto azioni e meno proclami. “Il nostro impegno è anche quello di coinvolgere e far partecipare la cittadinanza su questi temi, diffondendo l’idea che ognuno può in realtà fare la sua parte e superando quel senso di impotenza che spesso si prova davanti ai grandi problemi. Le recenti esperienze cittadine come “Puliamo il mondo” realizzata in collaborazione con Legambiente e i gruppi di ragazzi dell’ITIS che nel giorno della grande manifestazione per il clima sono andati per la città e per i sentieri a raccogliere rifiuti, testimoniano che le persone coinvolte, sono il miglior veicolo di comunicazione per diffondere una sensibilità e una responsabilità su questi temi. Infine” ha concluso Maculan “non dimentichiamo che viviamo in un territorio in cui innovazione e tecnologia sono pronte a dar vita a quell’economia circolare di cui tanto si parla, creando benessere e posti di lavoro, altro valore importante per la nostra Costituzione”.

Al QUICittadino di Schio è possibile firmare per l’iniziativa di legge descritta, ma saranno presenti anche dei banchetti nei giorni di mercato, fino ai primi di novembre.

Per restare aggiornati sulle notizie di Schio e dell'Alto Vicentino iscriviti alla pagina SCHIO – THIENE – BASSA-NO - ALTO VICENTINO NEWS
MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
TEATRO
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
TEATRO
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti