4 marzo 2018 - 9.42

EROTICO VENETO – E tu, ce l’hai un Lelo?

Confezioni ricercate ed eleganti, esclusività e lusso: il mercato dei sex toys non conosce crisi. E ringrazia il grande successo di Cinquanta sfumature di grigio che ha portato ad aumentare nettamente il giro di affari in pochissimo tempo. LELO, il brand svedese che ha rivoluzionato il concetto stesso di sex toys, è il leader mondiale del business. Ma come nasce l’idea di sex toys di lusso? Per rispondere a questa domanda è utile conoscere un poco la storia dei sex toys, che è una delle più divertenti. Sono vecchi quanto l’uomo (l’esemplare più antico che conosciamo risale a un’epoca anteriore all’introduzione dell’agricoltura, tanto per capirsi) e c’è stato un periodo in cui sono stati addirittura usati come strumento di cura per una malattia oggi scomparsa, l’isteria. Nel 1999 va in onda la puntata di Sex and the City in cui Charlotte, la più romantica delle quattro amiche newyorkesi, si ‘innamora’ del suo vibratore rabbit e assistiamo all’improvviso sdoganamento dell’oggetto erotico. Che però si presenta sotto forme decisamente deludenti: gli oggetti sono realizzati con materiali scadenti, per non dire pericolosi (come gli ftalati, prodotti chimici che aumentano la flessibilità delle materie plastiche il cui uso è stato associato all’insorgenza di tumori), le forme alludono pesantemente all’anatomia umana, non esiste nessuna regolamentazione che tuteli il cliente. Sono oggetti imbarazzanti, da tenere nascosti. L’intuizione di Lelo è stata capire che un oggetto destinato a generare il nostro piacere non può essere considerato qualcosa di cui vergognarsi ma esattamente il contrario; che si possono creare prodotti in cui la tecnologia più avanzata si sposa con il più raffinato design; che i clienti non devono cercare il compromesso tra qualità e piacere ma possono averli entrambi. E il mercato ha dato ragione a Lelo: uomini, donne e coppie hanno risposto con entusiasmo a un brand che finalmente offre prodotti all’altezza delle loro esigenze. Ovviamente le tendenze sessuali, come tutte le altre, cambiano nel tempo, ma con l’esperienza è possibile individuare e persino predire alcuni comportamenti. Quest’anno per esempio, LELO è stato in grado di dominare il mercato dopo aver intercettato un crescente interesse nei confronti del piacere maschile chelo ha portato a presentare una linea di massaggiatori prostatici caratterizzati da estremo lusso e potenza. Questi prodotti sono stati accolti con un entusiasmo ancora maggiore di quanto ci si aspettasse, a dimostrazione del fatto che esisteva un vuoto nel mercato. E anche questo è un trend in sé: il pubblico è sempre più a proprio agio e curioso di sperimentare tecniche sessuali sofisticate e meno conosciute. C’è infine una tendenza costante ed è l’interesse verso i sex toys per la coppia, oggetti che possono essere usati insieme al partner durante i preliminari e il rapporto. Il prodotto più amato è INA Wave™, un massaggiatore rabbit che stimola la donna esternamente e internamente, ma che in più presenta il movimento WaveMotion™, una speciale tecnologia messa a punto da LELO che permette all’oggetto non solo di oscillare come i tradizionali vibratori ma anche di ripiegarsi su se stesso garantendo una stimolazione del punto G senza precedenti e senza uguali. Non per nulla INA Wave™ è il prodotto più venduto in Europa e quello venduto più velocemente in tutta la storia di LELO. Ci sono stati dei rivenditori che hanno esaurito le scorte in meno di due ore! Altri oggetti molto amati sono TIANI™ 2, un piccolo semicerchio in morbidissimo silicone che viene indossato dalla donna durante il rapporto stimolando contemporaneamente anche l’uomo e di cui abbiamo appena lanciato la versione extra lusso, TIANI™ 24k, e LYLA™ 2, un vibratore stile bullet che viene indossato dalla donna ma che si può trasformare in un intrigante gioco di coppia. LYLA™ 2 è infatti dotato di un telecomando che sfrutta la tecnologia SenseMotion™, ancora una volta creata ad hoc da LELO, che permette di regolare le vibrazioni semplicemente muovendo il telecomando. Per cui può accadere che la donna affidi i comandi al proprio compagno, magari in un momento in cui indossa l’oggetto all’insaputa di altri presenti. “Si tende a pensare che siano le donne le più dedite all’acquisto di sex toys, ma in realtà i dati di Lelo parlano chiaro e dicono di un’identica percentuale di acquirenti maschi e femmine, 50 e 50. Il dato interessante è che il 70% di questi uomini e donne sono coppie. Il sex toy dell’era LELO non è più un oggetto di qualità scadente da fruire di nascosto in un’intimità colpevole, ma una creazione di design che incorpora le tecnologie più all’avanguardia e i materiali più pregiati, da godere insieme al partner per esaltare una sessualità gioiosa, curiosa di sperimentare e desiderosa di conquistare nuovi territori al piacere.

 

ADC
UNICHIMICA
teatrovicenza
VICENZAWELFARE
VILLA CANAL
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

ADC
teatrovicenza
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti