27 Ottobre 2018 - 14.00

BUONGIORNO VICENZA: In Aim inizia l’era Vivian, ma il Gruppo è ancora in mano a Variati

Il primo week end da Amministratore Unico di AIM Holding inizia oggi con le paginate di giornali dedicate a Gianfranco Vivian che deve difendersi dal fatto di essere da sempre militante e dirigente della Lega. Come se finora non avesse svolto la sua professione di commercialista con studio in centro storico e come se l’appartenenza ad un partito fosse una deminutio rispetto alle sue capacità.
A Vivian auguriamo buon lavoro, perché il mite professionista del Carroccio, che ha un lunghissimo curriculum negli Enti Locali e nelle partecipate pubbliche venete soprattutto come revisore legale, si troverà sulla scrivania un’agenda fitta di appuntamenti non banali: l’aggregazione con AGSM di Verona, l’ombra di Ascopiave che potrebbe spostare una parte delle alleanze vicentine verso Treviso con l’obiettivo di realizzare un forte polo regionale sull’energia, la due diligence chiesta da Rucco sull’azienda di Contrà San Biagio ed una governance complessiva che rimane ancora espressione delle scelte di Achille Variati e del Centrosinistra.
Gianfranco Vivian è, infatti, un uomo solo dentro al fortino della nomenklatura del PD e dintorni poiché se andiamo sul sito scorgiamo una governance intatta scelta dal Variati Bis poco prima di andarsene: Gildo Salton, AU di Servizi a Rete srl, nominato nel 2015; Maria Menin AU di Valore Ambiente srl, nominata nel 2017; Piercarlo Pucci, AU di AIM Mobilità srl, nominato nel 2015; Giovanni Battista Segato, AU di AIM Energy, nominato nel 2017; Stefano Cominato – in questo caso si tratta di un dirigente di AIM che è subentrato alle dimissioni di Matteo Quero – nominato nel 2017; Massimo Toniolo, AU di SIT SpA, nominato nel 2017.
Tutti in sella come se le elezioni di giugno non fossero avvenute.
Se poi andiamo a cercare la composizione dei collegi sindacali troviamo Ezio Framarin, Arcangelo Boldrin e Giuliana Liotard in AIM Holding, scelti nel 2017 e presenti più o meno in tutte le aziende del Gruppo con ruoli scambiabili tra presidenti dell’organo di controllo o semplici membri.
Capitolo a parte merita il vero dominus di Contrà San Biagio che è e rimane ancora Dario Vianello, Direttore Generale di grande abilità la cui vicinanza e amicizia con l’ex Primo Cittadino è indiscussa da sempre. Vianello, vero punto di snodo della governance dell’Azienda, è sopravvissuto a tutti gli amministratori che si sono succeduti mantenendo sempre intatta la guida reale di AIM, la presenza rassicurante e determinante in ogni momento di crisi, in ogni momento di svolta.
Ma anche per il direttore di lungo corso sodale di Variati potrebbe essere scattato il countdown perché gira voce che stia preparandosi ad andare in pensione di qui a breve, giusto il tempo di traghettare la nuova governance verso gli obiettivi che Rucco ha già dato a Vivian. Un compito più facile per Vianello che per il nuovo AU che, da questo week end è alloggiato al piano nobile del fortino del Centrosinistra, tuttora ben presidiato a tutti i livelli.

MOSTRA TIEPOLO
TEATRO
ADC
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

MOSTRA TIEPOLO
TEATRO
ADC
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti