10 Luglio 2020 - 9.45

BUONGIORNO VICENZA: AIM e il silenzio degli inconcludenti

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA Per essere aggiornato con Tviweb entra nel GRUPPO FACEBOOK TVIWEB - NOTIZIE VICENZA E PROVINCIA (Clicca qui)

di Arrigo Abalti    

A bocce -quasi- ferme sulla vicenda della fusione tra le due multiutility di Vicenza e Verona, Aim e Agsm, con il matrimonio tra Berici e Scaligeri praticamente fatto, il silenzio assordante del Centrosinistra, colpisce e fa riflettere. L’unica voce dal fronte della politica che si è fatta sentire è stata quella dell’area di Fratelli d’Italia che fa riferimento a Sergio Berlato e che in Sala Bernarda ha pungolato Rucco & C. in questi mesi, ma sembra che quel percorso sia passato in secondo piano rispetto a quello, più ideologico e storicamente più affine ad una certa Destra, della battaglia sul Bocciodromo.

Il resto della maggioranza è allineata.Nel frattempo la minoranza di Centrosinistra ha ingoiato l’amaro calice dovendo ammettere, a denti stretti e nei corridoi della politica, che Rucco e Vivian in pochi mesi sono riusciti a realizzare quello che Variati ed il progressisti non erano riusciti a concretizzare in dieci anni di incontri, approfondimenti, riflessioni, cronaca giornalistica e promesse di matrimonio.

I più attenti ricorderanno le dichiarazioni dei sindaci di allora, Variati e Tosi, che per molti anni hanno annunciato la fusione, salvo poi lasciarla incompiuta ai successori Sboarina e Rucco.

Nel frattempo, dopo aver cambiato la guida dei due capoluoghi, anche in senso politico, avviene, senza clamore, la fusione predicata per tanto tempo. Ai due Primi Cittadini va riconosciuto il merito di aver favorito un’operazione necessaria e virtuosa, ma non va dimenticato il ruolo silenzioso, ma efficace dell’Amministratore Unico di AIM, Gianfranco Vivian, storico tecnico organico alla Lega, che ha saputo guadagnarsi sul campo i galloni di persona che ha fatto la differenza, superando le diffidenze veronesi come quelle vicentine, andando dritto per la sua strada verso l’obiettivo che si era dato e soprattutto, raggiungendolo in pochi mesi, nonostante i gufi della parte avversa e i mal di pancia di alcuni ambienti della maggioranza. Difficile discutere sul risultato: dieci anni di tentativi a sinistra, contro quattro mesi di lavoro reale e oggi, la fusione è fatta.

Il silenzio dell’efficienza di Gianfranco Vivian è un esempio di stile amministrativo e mette finalmente il chiaro il silenzio degli inconcludenti di Centrosinistra che ha tappezzato di chiacchiere i dieci anni di governo della citta di Vicenza.

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA Per essere aggiornato con Tviweb entra nel GRUPPO FACEBOOK TVIWEB - NOTIZIE VICENZA E PROVINCIA (Clicca qui)
CHECKPOINT
AIM
AIM TREV
OASIREJUVE
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

CHECKPOINT
AIM TREV
AIM TREV
OASIREJUVE
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti