16 Ottobre 2019 - 17.58

Baby pusher in Campo Marzo spacciavano tramite chat: 2 arresti e 1 denuncia

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA

Blitz notturno del cane antidroga Rey che, nel corso di un servizio di pattugliamento intrapreso a partire dalla stazione degli autobus di Vicenza verso Campo Marzo, ha scoperto un minorenne (F.F. di anni 15) in possesso di circa 70 grammi di marijuana.

Il giovane è stato poi condotto in caserma dove i finanzieri hanno controllato lo smartphone del ragazzo, individuando gli ultimi contatti intrattenuti con il pusher.

Individuata l’identità del suo fornitore (un altro minorenne di origini marocchine di 17 anni, E.A.) è scattata la perquisizione nell’appartamento in zona Corso Padova di quest’ultimo. Qui, all’interno di un comodino, sono stati trovate 2 buste contenenti complessivamente oltre 150 grammi di marijuana, 1 bilancino, 1 grinder e 700 euro in contanti.

Al fine di ricostruire la filiera delle cessioni della sostanza stupefacente rinvenuta, i finanzieri hanno sequestrato anche lo smartphone del 17enne.

Dagli accertamenti svolti sono state recuperate diverse conversazioni con accordi per la cessione di droga. Il giovane indiziato è stato denunciato presso il Tribunale dei Minori di Venezia che, anche in ragione della reticenza e della scarsa collaboratività dimostrata, ne ha disposto l’arresto e l’accompagnamento presso il centro di detenzione minorile di Treviso.

Inoltre, da una ulteriore disamina delle chat di messaggistica rinvenute sullo smartphone sequestrato al minore di origini nordafricane i militari hanno individuato un soggetto maggiorenne, italiano, (D.J. di 22 anni), che, in base al tenore delle conversazioni intrattenute con il giovane arrestato, risultava essere un ulteriore potenziale spacciatore di droga.

Pertanto, si è svolta una seconda perquisizione domiciliare dal maggiorenne in zona Tiepolo a Vicenza.Qui sono stati rinvenuti oltre 200 GRAMMI di MARIJUANA, 1 PIANTA DI CANNABIS, 3 GRINDER, 1 BILANCINO DI PRECISIONE e numerosi involucri destinati in maniera evidente al confezionamento del predetto stupefacente. Inoltre, il soggetto perquisito aveva circa 6.000 euro in contanti, presumibilmente frutto dell’attività di traffico di sostanze stupefacenti analogamente ad una TV Maxi Schermo, numerose consolle e videogiochi di ultima generazione ed un Mountain Bike Professionale. Anche in quest’ultimo caso, le Fiamme Gialle Beriche hanno proceduto al sequestro dello smartphone in uso all’indagato che è stato sottoposto ad arresto e trattenuto presso gli uffici della sede della Guardia di Finanza di Vicenza in attesa dell’udienza per direttissima, che si è conclusa nella prima mattinata odierna con la convalida.

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA
MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
TEATRO
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
TEATRO
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti