12 Giugno 2019 - 17.32

Area ex Sartori, con l’arrivo dell’Esselunga oltre 4 milioni di euro nelle casse del Comune


È pari a 4,2 milioni di euro il beneficio complessivo che il Comune di Vicenza otterrà, sotto forma di opere pubbliche, oneri di urbanizzazione e costo di costruzione, grazie all’investimento del gruppo Esselunga nel capoluogo berico.
Grazie all’accordo pubblico-privato, con il quale a settembre prenderanno il via i lavori per la  costruzione del supermercato a Ponte Alto, nel quartiere di San Lazzaro, sarà realizzato un nuovo sistema viario su Strada Padana Superiore verso Verona per una cifra di 2,2 milioni di euro, a carico di Esselunga.
Inoltre, il Comune ha già introitato dal gruppo milanese operante nella grande distribuzione, 598.305,50 euro per oneri di urbanizzazione e 847.581,06 euro per oneri di costruzione.
Alcune aliquote di parcheggio al piano interrato del supermercato, cui il Comune rinuncia in quanto non strategiche per il sistema della sosta, e le relative servitù di passaggio porteranno, inoltre, al Comune altri 464 mila euro quale monetizzazione, 116 mila dei quali già introitati dal Comune.
Ad illustrare il progetto questa mattina nella Sala degli Stucchi di Palazzo Trissino erano presenti l’assessore alle infrastrutture Claudio Cicero, l’assessore al territorio Lucio Zoppello e, per la Direzione Sviluppo di Esselunga, Cesare Boiocchi, responsabile, e Simone Comizzoli. 
“Si tratta di un importante intervento di recupero edilizio dell’area ex Sartori Motors, che più volte è stata oggetto di problemi di degrado e abuso degli spazi – ha spiegato l’assessore al territorio Lucio Zoppello –. Dal punto di vista tecnico urbanistico l’iter per raggiungere l’accordo tra pubblico e privato, che ha avuto origine nel 2012, è stato molto complesso. Alla delibera di consiglio comunale del 3 aprile 2018 è seguita, a luglio, la sottoscrizione della convenzione, alla quale, due mesi dopo, è stata apportata una piccola integrazione per la cessazione di uso pubblico di un tratto di strada che confina con l’area e che permetterà all’attività che si insedierà di avere uno spazio più adeguato. Sono oltre 20 i pareri esterni che è stato necessario acquisire (tra cui quello di Rfi per il passaggio dell’alta velocità e quello di Anas per gli aspetti viabilistici) oltre a 10 interni. I permessi di costruire rilasciati hanno avuto 23 prescrizioni; ultima in ordine di tempo, è stata l’autorizzazione paesaggistica ottenuta dalla Soprintendenza. La procedura ha visto, inoltre, avvicendarsi varie ditte: l’istanza è stata fatta da Noaro costruzioni srl, alla quale è seguita una cessione alla società Mercurio srl la quale, a sua volta, ha ceduto a Esselunga spa”.
“Grazie a questo accordo – ha puntualizzato l’assessore Zoppello –, sarà realizzato un edificio ad uso commerciale con caratteristiche urbanistiche compatibili con le previsioni della scheda inserita nel piano interventi; inoltre, l’infrastruttura viabilistica definita dalla doppia rotatoria andrà a servire tutto l’ambito che ospita l’insediamento urbano”. 

“L’accordo stipulato con Esselunga va incontro principalmente a due esigenze – ha precisato l’assessore alle infrastrutture Claudio Cicero –: riqualificare l’area ex Sartori, così da eliminare il degrado esistente a Ponte Alto, un brutto biglietto da visita per chi arriva in città dall’ingresso ovest; e ottenere nuove infrastrutture a costo zero per il Comune. In cambio della costruzione di un edificio ad uso commerciale da parte di Esselunga, infatti, il Comune otterrà un beneficio pari a oltre 4 milioni di euro grazie alla realizzazione di due rotatorie per un controvalore di 2,2 milioni di euro e all’introito di altri 2 milioni di euro per oneri di urbanizzazione e costo di costruzione. Inoltre, una volta aperto il supermercato, si creeranno un centinaio di posti di lavoro”.
“Per quanto riguarda l’infrastruttura, si tratta di una soluzione viabilistica efficace non solo per la funzionalità del supermercato ma per la città, grazie alla fluidificazione del traffico in un nodo viario importante – ha spiegato l’assessore Cicero –. Grazie alle due rotatorie sarà possibile aumentare le manovre utili da e per il centro città alla porta ovest di Vicenza. Da qui prende avvio, inoltre, l’intervento di riqualificazione dell’intero quartiere di San Lazzaro. Consegnamo alla città una porta d’accesso degna di questo nome e un infrastruttura performante”.
Dopo l’estate, prenderanno il via i lavori per la realizzazione di una media struttura di vendita, con una superficie di 2.500 metri quadrati (1.750 alimentare e 750 non alimentare). 
Il cantiere, che interesserà una superficie complessiva di 12.531 metri quadrati, 5.012 dei quali coperta, avrà una durata complessiva di due anni.
Verranno ricavati 451 posti auto: 410 parcheggi interrati privati e 41 parcheggi privati ad uso pubblico regolamentato. 
Per quanto riguarda le opere viarie, verranno realizzate due rotatorie su Strada Padana verso Verona, in prossimità di Ponte Alto, oltre alla canalizzazione degli ingressi al supermercato, per una spesa di 2,2 milioni di euro. L’impegno è garantito per la cifra complessiva con fidejussione, anche nel caso in cui Esselunga non dovesse provvedere.
Particolare attenzione nel progetto è stata data alla sostenibilità ambientale: l’area sarà, infatti, completamente riqualificata con l’installazione di un impianto fotovoltaico che garantirà un’elevata efficienza energetica, contenendo il più possibile le emissioni in atmosfera. Verrà realizzata, inoltre, un’area verde di oltre 3.000 metri quadrati e saranno messe a dimora essenze arboree compatibili con la zona.
Tutte le aree di manovra saranno realizzate con asfalto drenante.  
Nel parcheggio a raso saranno predisposte, inoltre, alcune colonnine per la ricarica delle auto elettriche. 

TEATRO
ADC
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

TEATRO
ADC
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti