28 Maggio 2020 - 9.39

Agna, nel padovano, ha intitolato una piazza agli “Eroi della Sanità”

Per essere aggiornato sulle notizie di Padova e provincia iscriviti al gruppo Facebook. SEI DI PA-DOVA SE... NOTIZIE

Quante volte in questi ultimi mesi abbiamo sentito tessere le lodi del nostro personale sanitario?Si è parlato di “eroi”, e non la trovo una definizione eccessiva visto il grande numero di medici ed infermieri che, combattendo la guerra nelle corsie e nelle sale di rianimazione, ha contratto il virus, ed i molti che hanno poi perso la vita. Anche se il vero modo di dimostrare loro la nostra gratitudine sarà quello di ricordarci di loro quando la pandemia sarà passata, magari riconoscendogli stipendi più dignitosi, e dotandoli di strutture all’altezza e di buoni materiali. Ma come sempre accade per le cose del mondo, “verba volant….”, per cui credo vada segnalata l’iniziativa del Sindaco di Agna, un paesino della bassa padovana, che ha deciso di rendere omaggio agli operatori della sanità intitolando loro una piazza.La notizia l’ha data il 22 maggio lo stesso Sindaco di Agna, postando su Facebook questo messaggio:“Con grande orgoglio sono a comunicare che con Delibera di Giunta n° 20 di oggi abbiamo deciso di intitolare una piazza agli “Eroi della Sanità”.Questa la motivazione: i lavoratori del settore della Sanità, in questo 2020 segnato dalla drammatica emergenza sanitaria da Covid-19, hanno dimostrato grande senso del dovere e di responsabilità ed hanno affrontato, con enorme coraggio, un nemico invisibile senza mai tirarsi indietro. Medici, Infermieri, Operatori Sanitari, Tecnici e Biologi sono stati sempre in prima linea nel gestire questa crisi epidemiologica senza precedenti. Hanno lavorato assiduamente mettendo a rischio la propria salute e quella dei loro Familiari. Si sono sacrificati e battuti per noi e per i nostri Cari.Molti di loro hanno contratto l’infezione e in troppi sono morti.Il nostro vuole essere un gesto di profonda gratitudine verso tutto il personale sanitario, per l’elevato livello di professionalità e per il fraterno spirito di sacrificio dimostrato.  Desideriamo sia un modo per ricordare e tramandare alle future generazioni l’impegno e la dedizione di questi Eroi silenziosi.”L’inaugurazione del piazzale verrà pianificata nel mese di giugno p.v., compatibilmente con le prescrizioni da DPCM e Ordinanze Regionali.Ancora grazie di cuore a tutto il mondo sanitario”.E’ auspicabile che in futuro simili iniziative vengano adottate da altri Comuni, ma al momento va dato atto al Sindaco Gianluca Piva di essere il primo in Italia.E nella storia della toponomastica italiana di strade e piazze si tratta probabilmente di un caso unico.Ma in questo “esercizio del ricordo” non bisogna dimenticare anche le decine di migliaia di cittadini, uomini e donne, che sono stati strappati all’affetto dei loro cari dal virus di Wuhan.E vero che, come scriveva Ungaretti, “i morti non fanno rumore, non fanno più rumore del crescere dell’erba”, ma i nomi di quelle persone che ci hanno lasciato devono continuare a fare invece un rumore assordante nelle nostre coscienze, e quando l’epidemia sarà passata sarebbe giusto ricordarle con una giornata della memoria. Una giornata che dovrà diventare l’occasione per non dimenticare chi è deceduto mentre era in servizio per salvare altre vite, chi ha perso la propria vita in un ospedale, in una casa di riposo o nella propria abitazione senza poter ricevere il conforto dei propri affetti. Io credo sia un dovere civico oltre che morale, e dovrebbe servirci per rafforzare i nostri legami solidali, dando sempre più valore alla cura delle persone, a partire dai più deboli, e investendo sempre meglio sul servizio sanitario per tutti. 

Per essere aggiornato sulle notizie di Padova e provincia iscriviti al gruppo Facebook. SEI DI PA-DOVA SE... NOTIZIE
CHECKPOINT
AIM
AIM TREV
OASIREJUVE
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

CHECKPOINT
AIM TREV
AIM TREV
OASIREJUVE
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti