27 Febbraio 2020 - 11.45

Aggressioni violente nei locali notturni: arrestato un militare americano, indagati 5 complici

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO — E’ stato rintracciato e denunciato dai Carabinieri della Compagnia SETAF un militare americano responsabile di una lite avvenuta lo scorso 29 novembre nella notte in centro a Vicenza, quando due italiani poco più che ventenni – P.R. e M.K. – vennero aggrediti subendo fratture alla mandibola e altre ferite davanti al Bar Geco. Dopo mesi di indagine i Carabinieri sono arrivati a dare un nome a uno degli aggressori, John Badger, soldato semplice in servizio alla Ederle. Lo stesso militare si era reso responsabile la sera precedente di una rissa all’interno del Boys, aggredendo 4 giovani per futilissimi motivi tra cui uno dei due aggrediti poi la sera successiva, B.L, il tutto per la restituzione di un cappellino smarrito all’interro del locale. Ancora, nel corso dell’indagine, è emerso che lo stesso Badger, nella notte del 29 novembre alle 4 del mattino, dopo aver aggredito i due ragazzi in centro, prima di rientrare in caserma, aveva aggredito con altri colleghi altri due militari americani all’interno del Nu Club, sempre per futili motivi. I due soldati non fecero denuncia. Vista la pericolosità del soggetto, denotata anche dal fatto che tutte le aggressioni sono avvenute mentre il militare e i complici erano lucidi, non ubriachi, e che mai si è trattato di liti ma di vere e proprie aggressioni, è stato arrestato, mentre i complici, W.D. 22 anni, G.P. 22anni, D.S. 20 anni, W.T. 23 anni e C.D. 20 anni, sono indagati.

Per essere aggiornato sulle notizie di cronaca di Vicenza e dintorni iscriviti al gruppo Facebook: SEI DI VICENZA SE... CRONACA E SICUREZZA
MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
UNICHIMICA
VICENZAWELFARE
AIM MI RIFIUTO
AIM PARCHEGGI
CPV

Potrebbe interessarti anche:

MOSTRA BASILICA
OASIREJUVE
VICENZAWELFARE
UNICHIMICA
AIM MI RIFIUTO
Vai alla barra degli strumenti